Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Notizie scientifiche a piccole dosi

Pochi milligrammi di tutte le notizie scientifiche della settimana.


Mortalità dovuta alla diminuzione degli impollinatori

È noto che il declino degli impollinatori influisce sulla produzione di frutta e verdura in diverse regioni del mondo. Tuttavia, questo fenomeno sarà anche la causa di circa 500.000 morti all’anno tra gli esseri umani. Questo è il risultato di un recente studio pubblicato sulla rivista prospettive di salute ambientale. Secondo gli autori, il crollo delle popolazioni di impollinatori porta già a un calo medio del 3-5% nella produzione di frutta, verdura e noci, essenziali per la salute umana. Tuttavia, questi alimenti riducono il rischio di morire per alcuni tipi di cancro o altre malattie. Lo studio ha concluso che l’1% di tutti i decessi ogni anno è attribuibile a un calo degli impollinatori. Cina, Indonesia e Russia saranno i paesi più colpiti da questo fenomeno, a dimostrazione dell’importanza della biodiversità per la salute umana.

Test

Che ruolo hanno avuto i cambiamenti climatici nell’ondata di caldo che ha colpito l’Argentina e il Paraguay lo scorso dicembre?

Foto di Agustin Markarian, Reuters

Lago Navarro (secco) vicino a Buenos Aires, Argentina

All’inizio dello scorso dicembre, Argentina e Paraguay hanno registrato temperature record di 40 e 46 gradi Celsius durante un’ondata di caldo durata una settimana. In uno studio di World Weather Attribution, un’iniziativa internazionale, i ricercatori hanno scoperto che la probabilità che ciò accada è aumentata di circa 60 volte a causa del cambiamento climatico causato dall’uomo.

I parassiti si ritirano

Si trovano ovunque e, soprattutto, sono essenziali per molti ecosistemi. Tuttavia, anche i parassiti, che rappresentano quasi la metà di tutte le specie viventi sul nostro pianeta, saranno colpiti dai cambiamenti climatici. Secondo uno studio appena pubblicato sulla rivista Atti dell’Accademia Nazionale delle ScienzeOgni ulteriore grado di riscaldamento rispetto all’era preindustriale si tradurrà in una diminuzione del 38% del numero di parassiti. Se i parassiti non conquistano la simpatia del grande pubblico, gli scienziati temono che questo declino possa influenzare in modo importante le funzioni ecologiche vitali per la vita sulla Terra.

READ  Iperstress, l'ultimo avvertimento prima dell'esaurimento

il numero

Foto di Galla Marie, AFP

Un operaio ripara pannelli solari in Israele, vicino al confine con la Siria.

$ 10 trilioni

Entro il 2050, le industrie verdi che contribuiscono alla decarbonizzazione potrebbero valere più di 10 trilioni di dollari a livello globale. Questa è la conclusione di un rapporto di due società di consulenza, Arup e Oxford Economics. Secondo i loro calcoli, queste industrie rappresenteranno il 5% del PIL globale entro 30 anni.

Record di temperatura dell’oceano

FOTO WILFREDO LEE, stampa d’archivio

Barca da pesca nell’Oceano Atlantico, Florida

Un altro record è stato battuto nel 2022 sul fronte del cambiamento climatico. Gli oceani si stanno riscaldando a un ritmo allarmante e lo scorso anno hanno assorbito una quantità record di calore, superando il limite fissato nel 2021. Secondo uno studio sulla rivista Progressi nelle scienze atmosferichela quantità di calore aggiunto agli oceani nel 2022 è 100 volte maggiore di quella generata dalla produzione mondiale di elettricità nel 2021. Questo riscaldamento ha molteplici conseguenze su scala planetaria, sia sott’acqua, sulla terraferma o nell’atmosfera.