Gennaio 20, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Non ero niente prima della partita di Bruges”


Aaron, sei deluso di non essere volato a Marbella?

C’era un po’ di impazienza perché è sempre divertente fare pratica al sole. Ma qui abbiamo tutto per fare bene. Infatti, a prescindere dall’inquadratura, finché ho un campo per giocare a calcio, sono contento.

E la prima parte della stagione?

È complicato. Perché all’inizio mi sembrava di non poter mostrare chi ero. Tuttavia, è molto importante che il calciatore possa avere la sua occasione. Potresti avere la formazione per brillare, non è abbastanza. Devi giocare e andare avanti. È l’accumulo di partite che genera fiducia. Tempo, tutti i ragazzi ne hanno bisogno, perché è raro segnare una tripletta alla prima uscita. Ne ho parlato con l’ex allenatore.

►► Incontra la persona a cui piace definirsi un “asino”.


READ  Luca Briselle ha battuto in finale John Higgins e ha vinto il secondo campionato in classifica