fbpx
Ambiente Attualità

Non Bruciarti il Futuro: al via la campagna antincendio di Legambiente

Non Bruciarti il Futuro

Non Bruciarti il Futuro: al via la campagna antincendio di Legambiente nei 13 comuni del Parco Nazionale del Vesuvio

Volontari in azione con distribuzione di locandine, manifesti e brochure. In Campania oltre il 90% dei comuni non hanno aggiornato il catasto delle aree percorse dal fuoco

Legambiente Campania denuncia i ritardi della Regione nella prevenzione e nella lotta agli incendi estivi. Contro gli incendi estivi Legambiente scende in campo: al via la campagna di informazione e sensibilizzazione antincendio Non bruciarti il futuro, in collaborazione con Ente Parco Nazionale del Vesuvio. Volontari di Legambiente, i partecipanti ai campi di volontariato ambientale dell’associazione, circoli locali saranno impegnati nella distribuzione di brochure, locandine e manifesto con la diffusione dei numeri da chiamare in presenza di un incendio. Una campagna di sensibilizzazione per turisti e cittadini con la distribuzione capillare di un vademecum con consigli da seguire alla vista delle fiamme per intervenire prima che i danni diventano inestimabili.
“Ci risiamo sul fronte della lotta agli incendi estivi tra ritardi del piano antincendio, confusione ed esclusione la Regione Campania anche quest’anno parte con il piede sbagliato. Le drammatiche immagini e le fiamme criminali che lo scorso anno hanno colpito il Vesuvio e la maggior parte del territorio campano non hanno insegnato nulla. Come nell’estate 2017, stiamo assistendo allo stesso copione, allo stesso film. Speriamo che sia diverso il finale”. “Nonostante la scadenza del 15 giugno- commenta Mariateresa Imparato, presidente Legambiente Campania- ad oggi la Giunta Regionale non ha ancora approvato il Piano AIB (antincendi boschivi) 2018 e le relative modalità attuative. E’ stato approvato solo Modello organizzativo ed operativo del sistema Antincendi Boschivi (AIB) in Campania (Decr. Dirig. n. 142 del 07.06.2018 Burc n. 40 dell’11.6.2018), per il quale solleviamo riserve e preoccupazioni, già segnalate nei mesi scorsi, sull’effettiva capacità di tenuta di tale Modello e sul reale coinvolgimento degli enti territoriali, in particolare Comuni e Comunità Montane. Desta perplessità che tale approvazione avviene ormai in piena stagione di massima pericolosità, ma ancora nelle more del completamento di tutti gli elaborati tecnici, grafici ed economico finanziari, costitutivi del Piano e della stipula delle convenzioni previste con i soggetti istituzionali competenti al concorso e alla collaborazione e alla lotta attiva contro gli incendi boschivi. Non da meno – denuncia Legambiente- le mancanze e le inefficienze delle Amministrazioni Locali, se si pensa che oltre il 90% dei Comuni Campania ad oggi non hanno aggiornato il “ catasto delle aree percorse dal fuoco’ previsto dalla legge 353 del 2000, uno strumento importante per prevenire gli incendi, un forte deterrente contro incendiari e gli interessi che li muovono.” “Tali ritardi- conclude Mariateresa Imparato di Legambiente- si aggiungono alla discutibile decisione di affidare esclusivamente alla Protezione Civile le attività di spegnimento dei boschi, rimuovendo tra il personale impegnato gli operai idraulico-forestali dell’Assessorato Regionale all’Agricoltura che nel corso degli anni hanno maturato specifiche competenze e conoscenze. In particolare si ignora quale sia l’effettiva utilizzazione di tali risorse professionali presenti nelle foreste demaniali dell’Area Flegrea (Cuma) e di Roccarainola, gestite e sorvegliate appunto dall’Assessorato all’Agricoltura.”
Inoltre Legambiente evidenzia la necessità di conoscere la consistenza del numero dei Direttori delle Operazioni di Spegnimento (DOS) effettivamente disponibili per l’impiego sull’intero territorio regionale e la loro ubicazione operativa, stante le criticità emerse nella scorsa stagione.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi