fbpx
Agro Nocerino EVIDENZA Politica video

Nocera Inferiore: Torquato: “Possibili le Zone 30. Fondi per migliorare la ciclabilità”

Fratelli d’Italia. “Nocera chiusa al traffico la domenica”. Torquato: “Proposta condivisibile, ma calibrata alle effettive esigenze della città”.

Nocera Inferiore. Si fa sempre più concreta la possibilità di vedere, su diverse arterie cittadine, la realizzazione delle cosiddette zone 30, ossia tratti viari in cui il limite di velocità è di 30 chilometri orari invece dei consueti 50 previsti dal codice della strada in ambito urbano.

“All’interno del bilancio – dichiara il sindaco Manlio Torquato – abbiamo previsto un indicatore di incremento di spesa, seppur simbolico, pari al 3% del riscosso dalle contravvenzioni a beneficio del miglioramento della ciclabilità, in termini di segnaletica e di eventi e accadimenti che possono essere gestiti”.

“Tuttavia, pensare Nocera come l’Olanda – continua Torquato – è un’assurdità, trovandoci in presenza di un territorio stravolto dalla cementificazione. Una zonizzazione mista delle strade, con percorrenza mista appunto, con elementi che consentono il percorso della città anche alle bici è un lavoro su cui puntiamo”.

La proposta di Fratelli d’Italia: “Nocera chiusa al traffico”

“Limitazione del traffico veicolare da attuare per tutte le domeniche, nella fascia oraria 09:00 – 15:00, volto a favorire la eco sostenibilità e la ciclabilità”. Questo è il messaggio che si legge da Fratelli d’Italia, nella figura del segretario cittadino Raffaele Gustato.

“Una misura radicale – commenta Torquato -, che va sicuramente in una direzione di valutazione favorevole dell’amministrazione perché è quello che abbiamo iniziato a fare, con attività condotte in fase sperimentali di blocco del ciclo delle auto in alcune fasce orarie dei fine settimana, hanno favorito e migliorato la ciclabilità e la pedonabilità. Proposta condivisibile che va però calibrata alle effettive esigenze di tutta la città per evitare blocchi generalizzati del traffico che rischiano di essere controproducenti e penalizzanti”.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi