Febbraio 8, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Natale senza uva italiana”

Solitamente non è difficile trovare uva italiana sugli scaffali anche nel periodo natalizio, ma quest’anno è quasi impossibile per i consumatori.

“Durante il periodo natalizio, l’uva italiana era molto scarsa sul mercato”, afferma Donato Fanelli, produttore di Conversano (Bari) e membro dell’Italian Grape Group (CUT). “L’uva non ha raccolto a causa del continuo clima umido. Inoltre, l’alta temperatura ha portato al rapido deterioramento dei grappoli. »

Pertanto, le tecniche di coltivazione e persino i metodi di conservazione in ambienti refrigerati non potrebbero prolungare la stagione. “Dall’inizio di dicembre, un clima insolito, diversi giorni con elevata umidità, hanno contribuito alla diffusione di malattie fungine (botriti) sulle viti. Molti frutti erano inadatti alla vendita. Molti rivenditori hanno smesso di acquistare dall’Italia e hanno cercato prodotti all’estero. »

“Quest’anno i volantini dei supermercati erano pieni di offerte per altri frutti, principalmente mele, kiwi e clementine. Alcune catene di supermercati pugliesi hanno provato promozioni per l’uva Italia. Venivano offerte a circa 2,50 euro al chilo, ma non sono aumentate molto vendite perché l’uva era attraente. No. Un prodotto del genere non può certo sopportare lunghi trasporti. Le piante erano chiaramente in una situazione di stress: poco dopo essere state tagliate, le uve erano già scolorite. »

Data di rilascio:

READ  Una storia da film: la casa dell'ex deputato italiano Panzeri visitata dall'intelligence belga