Maggio 16, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Muore dopo aver accettato troppo tardi un trattamento italiano antivox e coronasettico

Luigi Cossellu si è strappato la maschera ad ossigeno e non ha voluto l’aiuto dei caregiver. Se alla fine avesse acconsentito, le sue condizioni sarebbero state molto peggiori.

Luigi Kozellu, un italiano di 28 anni che non è stato cronocettico e vaccinato, è morto di Covit-19 all’ospedale Terrazzina in Italia. Questo giovane romano si è reso conto che il Covit-19 era solo una bugia.

Luigi Gocell è stato contagiato dal virus ed è stato ricoverato in ospedale il 16 gennaio per grave distress respiratorio. Il giorno successivo il giovane è stato ricoverato in terapia intensiva. Tuttavia, nonostante le sue cattive condizioni di salute, ha rifiutato di consentire al personale medico di assisterlo. “Quando il paziente, fidandosi dell’antivox, è arrivato all’ospedale di Terrazina, aveva già bisogno di una maschera per l’ossigeno e le sue condizioni erano pessime. L’ha strappato, ma i medici sono riusciti a parlargli e a convincerlo a rimetterlo“, Spiegato Corriere della sera Sylvia Cavalli, Direttore Generale ASL di Latina.

Il giovane è morto cinque giorni dopo essere stato ricoverato in ospedale. “Gli amici muoiono, i nonni, i padri, i figli, gli amici vengono portati via dalla baia, quindi non si può dire che sia solo l’influenza.“Un giovane ha scritto sui social che anche il padre di Luigi Socellu è stato contagiato dal virus ed è stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale. Il 55enne ha sempre rifiutato di farsi vaccinare.

READ  Une coach en accent pense que l'accent italien di Lady Gaga das House of Gucci est raté

Guarda anche – Covit-19: Un’infermiera italiana è stata arrestata per aver finto di essere vaccinata