Ottobre 5, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

MotoGP, VIDEO Marc Marquez valuta: “È dura mentalmente, non posso fare un’altra operazione, sarò in Austria perché la Honda sta attraversando un momento critico”

Marc Marquez e Repsol Honda continuano a giocare in modo trasparente in questo recupero da una quarta operazione al braccio destro che, qualunque cosa accada, sarà l’ultima occasione per l’omero. L’otto volte iridato, che sta inondando i suoi social con i suoi allenamenti sempre più avanzati, conferma che, fisicamente, si sta riprendendo bene. Ma dice anche di avere mentalmente le sue sacche d’aria senza negare l’entità delle attuali difficoltà della Honda. Ecco perché sarà nel fondo squadra ufficiale in Austria, dal 19 al 21 agosto, come advisor.

Marc Marquez Riacquista gradualmente la sua forma, che è un passo essenziale prima di sperare di riguadagnare il suo livello di prova MotoGP. E non è così facile come sembrano le immagini rinfrescanti che gocciolano sulla tela. A contatto sotto sigillo RepsolÈ sincero nei suoi dubbi, che in certi giorni lo assalgono e si impossessano di lui: È una lotta, non combatto da due o due mesi, sono due anni Ricorda con una certa serietà. ” Ho vinto alcune gare l’anno scorso, ma ho faticato molto. A Jerez ho capito che qualcosa doveva cambiare. È stato duro e duro ora mentalmente, non perché non corro, ma perché io Hai ancora quel dubbio sul braccio. Non posso eseguire un’altra operazione. Sono sicuro che le cose andranno bene questa volta, ma Questi pensieri sono ancora nella tua mente ».

Dice della sua situazione attuale: Mi sento meglio e Le ossa stanno guarendo positivamente e questa è la migliore notizia di sempre. Siamo ancora in modalità di riabilitazione, sto lavorando sodo dal lato del cuore per cercare di essere pronto ».

READ  Charles de Kitleri è stato direttamente decisivo durante il suo primo incarico con il Milan

Marc Marquez, Team Repsol Honda

Marc Marquez: Andrò in Austria per parlare con tutti e incontrare lo staff del Consiglio per i diritti umani dal Giappone per lavorare per il futuro«

Ha anche menzionato questo risultato medico alla fine del mese che dirà molto su quello che è successo dopo: “ A fine agosto ho fatto un’altra visita medicaE il Da lì possiamo fare il passo successivo nella riabilitazione e iniziare davvero a spingere e costruire muscoli. Alcuni giorni sono migliori di altri, ma fa tutto parte del viaggio. Sono un ottimista, ma non voglio dire molto sul tempismo finché non avremo quel controllo: ora non è il momento di spingere troppo. Ho aspettato così a lungo questi sentimenti ».

Marc Marquez Non parlarne solo. È anche preoccupato per la posizione HondaE il paziente inoltre: La Honda è in un momento critico. Parlo molto con la mia squadra e cerco di capire la moto 2022, la situazione e cosa sta succedendo Il fratello maggiore Alex, che diventerà un pilota, dice ducati nel 2023. “Ecco perché andrò in Austria, per parlare con tutti e incontrare lo staff HRC dal Giappone per lavorare per il futuro. Lavoriamo insieme, vinciamo insieme, perdiamo insieme e torniamo insieme ».

« Parlo molto anche con Stefan Bradel, noi e il capo meccanico Sante lavoriamo insieme e testiamo le cose, ed entrambi sappiamo guidare. Ho detto al Mugello che sarei stato a casa, ma volevo tenermi in contatto. Con il processo precedente, mi sono disconnesso molto e voglio condividere così tutto è pronto quando torno condizione Marc Marquez.

Marc Marquez, Team Repsol Honda