Agro Nocerino Campania EVIDENZA

Diocesi Nocera – Sarno, Mons. Giudice: “Chiese aperte dal 3 aprile, ma solo per preghiera personale”

Diocesi di Nocera-Sarno, S.E. Mons. Giuseppe Giudice ha disposto l’apertura delle chiese della Diocesi dal 3 aprile, ma solo per consentire la preghiera personale.

Il Vescovo ha, infatti, firmato una Nota con le specifiche indicazioni per la celebrazione dei Riti della Settimana Santa, tenendo conto delle restrizioni per la celebrazione dei riti della Settimana Santa e quindi senza la partecipazione dei fedeli e in luogo adatto.

Nella nota si legge:

  • che dal prossimo 3 aprile, con le attenzioni a tutte le norme emanate, si possono tenere aperte le chiese per permettere la preghiera personale. “Rimando al prudente giudizio dei parroci e superiori – specifica Mons. Giudice –di decidere l’orario di apertura e di chiusura. Invito, ancora una volta, ad essere saggi e prudenti per non rendere vani i sacrifici compiuti fino a questo momento e che, secondo gli esperti, stanno producendo effetti positivi. È bene in questo momento non abbassare la guardia, sapendo che l’emergenza ancora continua“.
  • Attenersi scrupolosamente alle indicazioni per la celebrazione dei riti della Settimana Santa, senza concorso di popolo e in luogo adatto; la Messa crismale è rimandata e “sarà il Consiglio Episcopale Permanente a offrire un orientamento unitario, in sintonia con la decisione che il Santo Padre, Primate d’Italia, adotterà per la Diocesi di Roma”.
  • Le altre espressioni e manifestazioni della pietà popolare non vengono trasferite ma, per quest’anno e in queste condizioni, semplicemente abolite, perché non avrebbero senso al di fuori del contesto della Settimana Santa.
  • È opportuno, dato il momento che stiamo vivendo, sospendere anche le celebrazioni dei Battesimi, prime Confessioni, prime Comunioni, Cresime e celebrazioni Catecumenali fino a nuove disposizioni, superata l’attuale emergenza – tranne casi straordinari, sentito l’Ordinario.
  • I fedeli che vorranno accostarsi alla Comunione in tutto il tempo pasquale – da Pasqua a Pentecoste – fino a quando rimarranno in vigore le restrizioni concernenti le celebrazioni con il popolo, potranno farlo solo in modo privato. I sacerdoti si rendano disponibili facendo attenzione al rispetto delle normative sanitarie in vigore e evitando che si formino raggruppamenti.
  • I fedeli – secondo le indicazioni della Penitenzieria Apostolica – che, particolarmente in questa situazione di emergenza, possono rivolgersi nell’intimo della propria coscienza a Dio con un atto di pieno pentimento, da cui scaturisce il perdono dei peccati commessi, purché al tempo stesso ci si impegni a confessare i peccati non appena sarà possibile accedere alla confessione individuale.
  • Utilizzare per la preghiera in famiglia il Sussidio preparato dall’Ufficio Liturgico Diocesano, reperibile sul sito della Diocesi.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi