Novembre 26, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Mondiali 2022: l’anno del Belgio o no?

Costellazione di talenti unici nella storia del calcio belga, i Red Devils vedono passare gli anni: seri contendenti ai Mondiali 2018 così come a Euro 2020, sono stati ogni volta eliminati dai futuri vincitori, i francesi e poi gli italiani , alle semifinali e poi ai quarti di finale.

Il 31 e 30 né Kevin De Bruyne, maestro del Manchester City, terzo nell’ultimo Pallone d’Oro, né Thibaut Courtois, insuperabile nella finale di Champions League e principale artefice dell’incoronazione del Real Madrid, hanno dato il minimo segno di ritirata.

Ma Eden Hazard, che era al top del suo gioco nel 2018, affronta un’eclissi sportiva senza fine al Real Madrid e Romelu Lukaku, che ha brillato nel 2020-21, ha appena lottato ancora una volta con un infortunio al tendine del ginocchio, mentre cerca di recuperare. L’Inter dopo una stagione deludente con il Chelsea.

Dal canto loro, l’inaspettato vice campione del mondo nel 2018, i croati hanno brillato a malapena da allora, eliminati dalla Spagna negli ottavi di finale di Euro e affrontati gli anziani Luka Modric (37) e Dejan Lovren (33). e Ivan Perisic (33 anni).

Ma Modric è ancora in grado di aprire qualsiasi situazione con il sinistro, e “Vatrini” ha vinto la qualificazione alle Finali 4 della Nations League in autunno battendo la Francia (1-0) per la prima volta in dieci incontri. .

Indossato da Hakim Ziyech, che ha ricambiato il favore a settembre dopo essere stato esonerato per indisciplina, il Marocco si sforzerà di fare meglio del 2018: tornando in finale dopo 20 anni di assenza, gli Atlas Lions hanno lanciato la Spagna (2-2) ma contro Iran e Portogallo.

READ  L'RFC Liegi giocherà i playoff per D1B

Infine, a 36 anni dalla loro unica partecipazione ai Mondiali nel 1986, i canadesi possono essere una delle sensazioni del campionato del Qatar: guidati dalla squadra veloce del Bayern Alfonso Davies, oltre che dall’attaccante del Lille Jonathan David, i Reds. Hanno terminato i playoff di zona, superando sia il Messico che gli Stati Uniti.