Agosto 12, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Mobilità: novità a Bruxelles

Le biciclette di prima classe, che offrono la pedalata assistita fino a 25 km/h, saranno a disposizione degli utenti nei 19 comuni di Bruxelles da mercoledì e la flotta aumenterà gradualmente fino a 1.500 unità, i dettagli dell’azienda.

Tempo di lettura: 2 minuti

IlLa piccola società di trasporti tedesca Tier ha annunciato mercoledì che distribuirà 1.500 biciclette elettriche condivise a Bruxelles, oltre agli oltre 4.000 scooter elettrici esistenti. Questi veicoli a due ruote sono le ultime aggiunte all’offerta di mobilità condivisa in continua espansione della capitale, mentre la regione di Bruxelles è al vaglio delle regole di parcheggio per questi veicoli.

Le biciclette di prima classe, che offrono assistenza alla pedalata fino a 25 km/h, sono a disposizione degli utenti di 19 comuni a Bruxelles da mercoledì e la flotta aumenterà gradualmente fino a 1.500 unità, secondo i dettagli dell’azienda. Ora si dice che sia il secondo fornitore di mobilità multimodale nella capitale dopo Dott e quasi 6.300 macchine (scooter e biciclette), secondo i dati di Brussels-Mobility risalenti alla fine di giugno.

Oltre a questi due attori galleggianteC’è anche Bolt, che da fine giugno offre 900 biciclette gratuite nella zona. Billy Pike, invece, ha dovuto porre fine alle sue attività qualche settimana fa.

Brussels-Mobility elenca anche le biciclette Blue-Bike condivise “back-to-one”, che devono essere restituite nel luogo – stazione – dove le hai prese in prestito, e il Villo! , che può essere riconsegnato ad uno dei tanti terminal attraverso la capitale.

Come in altre città, Bruxelles ha pochi parcheggi obbligatori, afferma Tier. Altri rientrano nel sistema galleggiante. Ma questo potrebbe cambiare nei prossimi mesi. Una legge globale sulla micromobilità sta già facendo il suo ingresso nel parlamento di Bruxelles, secondo l’ufficio del ministro regionale per la mobilità, Elke Van Den Brandt (Groen). In questo contesto, i vari Comuni sono consultati in particolare in merito alle aree di riconsegna e ai parcheggi per biciclette comunali (aree di scarico).



Considerando anche scooter elettrici e scooter condivisi, Bruxelles-Mobility ha nove operatori che operano senza una stazione con oltre 23.000 dispositivi.

READ  Salmonella nei prodotti Kinder: identificare la fonte di contaminazione