Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Microsoft Teams ha ora più di 270 milioni di utenti attivi mensili, 20 milioni di utenti attivi mensili oltre sei mesi fa

La piattaforma di comunicazione e collaborazione di Microsoft Teams ha superato i 270 milioni di utenti attivi mensili nel trimestre terminato a dicembre e ha continuato ad aggiungere utenti ma a un ritmo molto più lento rispetto ai primi mesi della pandemia.

Il CEO di Microsoft Satya Nadella ha rivelato questa statistica insieme ai risultati trimestrali dell’azienda. Quel numero rappresenta un aumento di 20 milioni di utenti attivi mensili rispetto ai 250 milioni di utenti segnalati da Microsoft sei mesi fa, nel luglio 2021, il mese in cui Microsoft ha detto agli investitori: I team continuano a supportare il business ibrido, a vantaggio di quasi 250 milioni di utenti attivi Funzionalità di collaborazione avanzate mensili , scalabilità e maggiore integrazione con Dynamics 365.

In precedenza, l’azienda utilizzava la metrica relativa agli utenti attivi giornalieri, quindi i numeri non possono essere confrontati direttamente, ma mostra come la crescita sia rallentata. I numeri mensili sono più clementi perché gli utenti non hanno bisogno di utilizzare frequentemente il prodotto per spostare la curva. Negli utenti attivi giornalieri, i team sono cresciuti da 75 milioni di aprile 2020 a 115 milioni di ottobre 2020 145 milioni ad aprile 2021.

Alla fine dello scorso anno, Microsoft ha condiviso documenti con la SEC, l’autorità di regolamentazione federale statunitense e supervisore dei mercati finanziari, in cui indicava agli investitori che la crescita di Teams poteva rallentare. Per alcuni osservatori, questo è anche il motivo per cui l’azienda ha deciso in quel momento di cambiare il modo in cui mostrava i numeri di utilizzo di Teams (in particolare passando da utenti attivi giornalieri a utenti attivi mensili).

I team competono con servizi come Slack, che Salesforce ha acquisito l’anno scorso per 27,7 miliardi di dollari, e il servizio di videoconferenza ampiamente utilizzato Zoom. Microsoft ha lanciato una versione standalone di Teams per le piccole imprese a dicembre, separata da altre app e servizi di Office, rappresentando una minaccia diretta per Zoom.

Nella chiamata sugli utili, Nadella ha affermato che l’utilizzo mensile di app di terze parti e soluzioni personalizzate in Teams si è moltiplicato di dieci volte negli ultimi due anni, a testimonianza di come le aziende utilizzano Teams in un modo che è al centro della loro attività. Ha citato le app Teams nuove e aggiornate di Atlassian, monday.com, SAP e Workday.

Una strategia per stimolare l’utilizzo all’interno e all’esterno dell’azienda

Per aiutare ad espandere Teams oltre la sua consolidata base aziendale, Microsoft ha strategicamente scelto di aggiungere al suo prodotto funzionalità più orientate al consumatore.

READ  Questi nuovi processori promettono di schiacciare la concorrenza per prestazioni

Integrazione in Windows 11

In questo senso, Microsoft ha deciso di implementare l’integrazione di Teams in un gruppo di addetti ai lavori su Windows 11 lo scorso luglio. L’integrazione di Microsoft Teams in Windows 11 è stato uno dei principali annunci di funzionalità del sistema operativo. Una volta completato, dovrebbe consentirti di comunicare/collaborare con amici, familiari e colleghi direttamente dalla barra delle applicazioni. L’integrazione funziona attraverso una combinazione di due componenti: un’interfaccia di chat grafica integrata nella barra delle applicazioni e un nuovo client Teams leggero sviluppato da WebView2. Quest’ultimo ti consente di integrare le tecnologie web (HTML, CSS e JavaScript) nelle tue applicazioni native.

Ecco alcuni dei punti evidenziati dall’azienda:

  • I tuoi amici e la tua famiglia a portata di mano: Quando vuoi chiamare qualcuno, fai semplicemente clic sull’icona “chat” nella barra delle applicazioni (o WIN + C per gli amanti delle scorciatoie da tastiera). Vedrai le tue chat individuali e di gruppo più recenti e potrai rispondere o avviare una nuova chat o chiamata. Proprio come nel menu Start, puoi aprire la finestra Chat in qualsiasi momento, indipendentemente dalle altre finestre aperte, per iniziare a comunicare.
  • Notifiche con risposte online: Microsoft ha affermato che quando altre persone ti chiamano, in origine riceverai notifiche “cool” e potrai persino rispondere alle conversazioni di testo direttamente sulla pagina. Puoi accettare o rifiutare le chiamate direttamente dalle notifiche e decidere se vuoi riceverle solo con audio o anche video.
  • Aggiungi contatti tramite e-mail o numero di telefono: Non è necessario chiedere ai tuoi amici e familiari codici speciali per comunicare con loro. Invia semplicemente un messaggio al loro indirizzo e-mail o numero di telefono e, se non stanno già utilizzando Teams, riceveranno il tuo messaggio via e-mail o SMS. Il messaggio sarà accompagnato da un invito ad entrare a far parte della rete Teams, se lo desiderano.
  • Sincronizzazione automatica dei contatti esistenti: Se in passato hai utilizzato Skype o Outlook per comunicazioni personali con il tuo account Microsoft, avrai la possibilità di sincronizzare quei contatti per iniziare a usarli dal primo giorno. Puoi anche sincronizzare i contatti dal tuo dispositivo mobile installando l’app mobile Teams e abilitando la sincronizzazione dei contatti, il che ti farà risparmiare tempo.

Crittografia end-to-end

A dicembre, Microsoft ha implementato la crittografia end-to-end per le chiamate Teams dopo alcuni mesi di test. Per proteggere le chiamate, la crittografia end-to-end deve essere abilitata per entrambe le estremità. E se ti stai chiedendo perché vorresti disabilitare E2EE in Microsoft Teams, è perché abilitare la funzionalità di sicurezza significa che alcune altre funzionalità di comunicazione non funzioneranno. Pertanto, non sarà possibile registrare conversazioni e sfruttare la traduzione e la trascrizione automatiche. Verranno eliminati anche il trasferimento di chiamata, l’avviso di chiamata, l’unione di chiamate, il trasferimento su un altro dispositivo e, naturalmente, la possibilità di aggiungere ulteriori partecipanti per trasformare la chiamata in una chiamata in conferenza. Attualmente, la crittografia end-to-end è disponibile nelle versioni client desktop macOS e Windows di Microsoft Teams. Anche quando gli amministratori di sistema mettono la funzione a disposizione degli utenti, spetta sempre alle persone abilitarla per effettuare le loro chiamate.

READ  Android 12L beta disponibile: nuove funzionalità, compatibilità e installazione

Mesh for Teams, un coinvolgente platform 3D

L’editore non voleva perdere il treno del metaverso: Microsoft ha annunciato l’intenzione di creare una piattaforma 3D immersiva chiamata Mesh for Teams per riunioni virtuali. Come suggerisce il nome, Mesh for Teams si basa sulla piattaforma di collaborazione Teams esistente dell’azienda e implementa le funzionalità di realtà mista di Microsoft Mesh. Annunciata all’inizio del 2021, Mesh è una piattaforma per riunioni virtuali e altri incontri collaborativi in ​​realtà mista (un termine generico per realtà virtuale, realtà aumentata o qualsiasi combinazione delle due) che utilizza una varietà di dispositivi come i prodotti HoloLens dell’azienda e Windows cuffie Mixed Reality, tra gli altri. Gli utenti disporranno di avatar statici che riflettono accuratamente il linguaggio del corpo e le espressioni facciali e potranno camminare in un ambiente di lavoro virtuale.

Mesh for Teams verrà utilizzato per invitare i dipendenti ad accedere ad aree di lavoro collaborative 3D o 2D. Anche se, nel caso di Microsoft, non sembra essere limitato a nessun dispositivo particolare. Sedendosi attorno a un tavolo da riunione virtuale, i lavoratori possono fare cose che non sono possibili nel mondo reale. Ad esempio, un relatore potrebbe vedere i suoi appunti in uno spazio 3D vicino alla lavagna virtuale mentre coloro che guardano la presentazione vedono solo ciò che scrivi alla lavagna.

Il servizio verrà fornito con spazi di lavoro predefiniti, ma le aziende potranno creare e personalizzare i propri spazi di lavoro, proprio come i dipendenti possono creare avatar. Niente di tutto ciò richiederà inizialmente un visore VR; I lavoratori possono accedere con smartphone e laptop e vedere gli spazi sui loro schermi.


Mesh for Teams offre agli utenti spazi coinvolgenti come la lobby virtuale mostrata qui

Secondo un blog Microsoft sull’argomento, la piattaforma inizialmente animerà solo i volti degli avatar in base a segnali audio quando gli utenti parlano. Tuttavia, Microsoft prevede di portare questi avatar di base che riflettono le espressioni facciali degli utenti attraverso l’uso delle webcam.

READ  La NASA alza il velo sulle prime immagini del telescopio spaziale James Webb

Microsoft spiega che lo sviluppo di Mesh for Teams è circostanziale; Forzate dall’epidemia, le interazioni umane sono state modificate per un certo periodo. Periodo sufficiente per l’emergere di nuove tendenze:

Più di un anno e mezzo dopo l’inizio di una pandemia globale che ha costretto i lavoratori di tutto il mondo ad abbandonare le loro scrivanie e ad imparare a collaborare online, gli esperti di produttività di Microsoft hanno notato due tendenze: i lavoratori da remoto sono più efficienti di quanto la maggior parte dei leader aziendali abbia mai immaginato, e si stanno perdendo. Gli mancano i momenti d’ingresso, i momenti di recupero in cucina e gli incontri casuali. Mancano il linguaggio del corpo dall’altra parte del tavolo della sala conferenze dicendo cose che non si possono dire.

Comunica con un utente esterno alla tua azienda

Alcuni giorni fa, Microsoft ha annunciato un miglioramento delle prestazioni per Teams al fine di consentire connessioni con terze parti di terze parti, anche se disponevano solo di un account utente personale.

Questa nuova funzionalità, attualmente in fase di implementazione, è completamente trasparente per gli utenti. Per trarne vantaggio, avvia semplicemente una nuova conversazione in Teams, quindi inserisci il numero di telefono o l’indirizzo e-mail della terza parte per avviare una ricerca esterna. Una volta connesse, le squadre (esterne) appariranno accanto al loro nome.

Puoi quindi chattare con quella persona come faresti normalmente con i tuoi colleghi, senza modificare nulla in Teams. La conversazione con questo utente esterno viene fusa direttamente nella scheda dedicata, nel mezzo di altre discussioni aperte.

Quando inviti un contatto che non dispone di un account Teams a partecipare a una conversazione, Microsoft invierà automaticamente un SMS o un messaggio di posta elettronica invitandolo a creare un account Teams personale.
Risorse: Una lettera del Presidente e CEO di Microsoft agli investitorie Frank X. Shaw (Comunicazioni responsabili di Microsoft)

E tu?

Quale strumento di collaborazione utilizzi nel tuo lavoro?
Hai mai usato Teams? Se la risposta è sì, cosa ne pensi?
Cosa ne pensi delle strategie implementate da Microsoft per acquisire utenti?

Guarda anche:

Microsoft Office, Cloud e Windows guidano le entrate di Microsoft nel secondo trimestre, le entrate di Windows crescono insieme al mercato dei PC