Febbraio 5, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Microsoft è pronta a scendere a compromessi con l’UE

Microsoft vorrebbe proporre soluzioni all’Unione Europea per evitare che l’OPA di Activision-Blizzard venga respinta.

Microsoft continua a lottare per ottenere l’approvazione per l’acquisizione di Activision-Blizzard dall’Unione Europea (UE). Per questo il colosso statunitense dell’elettronica deve proporre, nelle prossime settimane, misure correttive alle autorità garanti della concorrenza europee. Scopo del processo per Mountain View: fornire garanzie per evitare obiezioni alla sua offerta da 69 miliardi di dollari per Activision-Blizzard, riporta ReutersQuesto lunedì 28 novembre.

Microsoft ha annunciato l’acquisizione di un editore Call of Duty nel gennaio 2022 con l’obiettivo di competere con i leader Tencent e Sony. Ma da allora, il gigante dell’elettronica statunitense ha dovuto affrontare ostacoli normativi nell’Unione Europea, in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, con Sony che ha criticato l’accordo e ha persino chiesto un veto normativo.

Microsoft vuole mantenere Call of Duty su PlayStation

La Commissione europea, che sta indagando sull’accordo, ha tempo fino a gennaio 2023 per preparare un elenco ufficiale dei problemi di concorrenza. Per Microsoft, proporre misure correttive prima della pubblicazione di tale documento potrebbe avere le conseguenze benefiche di abbreviare il processo normativo.

La soluzione proposta da Microsoft consisterebbe principalmente in un accordo di licenza decennale con Sony, proprietaria della Playstation. L’organo di controllo europeo della concorrenza, che dovrebbe emettere una sentenza sull’accordo entro l’11 aprile, ha rifiutato di commentare in questo momento. Da parte sua, Microsoft ha affermato che sta lavorando con la commissione per affrontare le legittime preoccupazioni del mercato.

Sony, in qualità di leader del settore, afferma di essere preoccupata per questo Call of Duty. MMa abbiamo detto che eravamo determinati a rendere il gioco disponibile lo stesso giorno su Xbox e PlayStation. “Vogliamo che le persone abbiano più accesso ai giochi, non meno”, ha detto un portavoce di Microsoft.