Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Mediamarkt chiude un nuovo negozio

Il negozio chiuderà definitivamente i battenti il ​​29 dicembre alle 18:00.

MediaMarkt, specializzata in energia elettrica, chiuderà il suo negozio situato nell’ipermercato Makro a Machelen (Brabante fiammingo) il 30 dicembre 2022, abbiamo appreso mercoledì dopo un consiglio aziendale straordinario. “Questa decisione è legata alla chiusura del negozio Macro di Mechelen”, ha spiegato l’amministrazione.

I 24 collaboratori di Media Markt Machelen hanno dimostrato il potenziale di travailler nei magasins situés à proximité (Woluwe-Saint-Lambert, Docks, Basilix, Sint-Pieters-Leeuw, Rue Neuve et Wilrijk) jusqu’à ce qu’un new placement soit trouvé in direzione.

“La nostra sede si trova nello stesso edificio di Makro ed è accessibile principalmente tramite questo negozio. Dopo la chiusura, è possibile accedere al nostro negozio solo attraverso un ingresso laterale. Poiché si è rivelato impossibile creare un ingresso separato per il nostro negozio, non avevamo scelta ma decidere di chiudere il sito con breve preavviso e cercare un nuovo sito nell’area di Machelen”, spiega Caroline Serre, direttore regionale. Il negozio chiuderà definitivamente i battenti il ​​29 dicembre alle 18:00.

“pretesto”

La notizia ha fatto sobbalzare i sindacati. Youssef Haddad, rappresentante del sindacato CNE, ha risposto che “la giustificazione per la chiusura del Macro belga il 31/12/22 è solo un pretesto e non ha nulla a che fare con la chiusura di MediaMarkt Machelen, che la direzione aveva pianificato per più di già un anno”. .

“Da quando il nostro piano di ristrutturazione è stato annunciato nell’agosto 2020 e la nostra acquisizione di MediaMarkt Nederland nell’aprile 2021, Nuovo modello operativo – Un nuovo modello operativo – E soprattutto, nuove modalità di gestione hanno spinto più di 700 dipendenti a lasciare MediaMarkt Belgio”, continua.

READ  Con i prezzi alle stelle, vale ancora la pena guidare con l'elettrico?


Leggi anche
La catena di supermercati chiuderà definitivamente i battenti il ​​31 dicembre

Ne sono stati assunti appena 450. «Dai 1.450 dipendenti del 2020, si passerà a 1.200 nel 2022. Il che significa che circa il 20% dei dipendenti viene pagato per andarsene evitando una costosa procedura di licenziamento collettivo prevista dalla “legge di Reno”, ha deplorato il delegato.

Secondo quest’ultimo, nella sede centrale di Zellik, il 40% dei dipendenti ha lasciato “volontariamente” l’azienda dopo la fusione nell’entità del Benelux. “La pressione sul personale rimane tale che il turnover del personale è ancora molto alto, il numero di colleghi malati di lunga data è a livelli record e molte partenze senza sostituzione sono ancora in corso nei nostri punti vendita e in sede”, spiega. .

“Da tre anni MediaMarkt Belgium soffre di una mancanza di liquidità, il nostro margine è basso, il nostro saldo è ampiamente negativo e la nostra solvibilità finanziaria è insufficiente. Tutto questo ci fa temere il peggio per i dipendenti”, ha intercalato Youssef Haddad.