Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica

Maxi finanziamento per l’ospedale, è scontro tra Servalli e Murolo

la red - h24

Servalli: “Oltre 4 mln di euro per l’ospedale”. Murolo: “Finanziamenti a orologeria per fini elettorali”

Cava de’ Tirreni. Maxi finanziamento dalla Regione Campania per rimettere in sesto, dal punto di vista strutturale, il presidio ospedaliero “Santa Maria Incoronata dell’Olmo”, afferente all’azienda sanitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”.

Il sindaco Vincenzo Servalli, infatti, ha annunciato lo stanziamento di ben 4 milioni e 358 mila euro messi a disposizione dal presidente Vincenzo De Luca per la riqualificazione del nosocomio cavese e un potenziamento dello stesso nell’ottica di fronteggiare l’emergenza sanitaria collegata al contagio da covid19.

«Grazie ad un provvedimento regionale – ha spiegato il sindaco Vincenzo Servalli – sono stati stanziati fondi per realizzare opere di ammodernamento nel pronto soccorso e nei reparti, per far fronte all’eventuale emergenza Covid-19 nei prossimi mesi e per ripristinare l’utilizzo regolare degli altri reparti e gestire le altre emergenze, nonostante eventuali boom di ricoveri».

In particolare, si apprende dai dettagli diffusi da Palazzo di Città, dei 4 milioni e 358 mila euro stanziati dalla Regione, parte serviranno alla realizzazione del nuovo pronto soccorso, per un totale di 2 milioni e 344 mila euro, e parte invece (circa 1 milione e 564 mila euro) saranno utilizzati per il potenziamento dei reparti di Rianimazione e Terapia Intensiva. I restanti 450 mila euro, invece, verranno impiegato per interventi di tipo strutturale e, soprattutto, per il rifacimento delle facciate esterne del nosocomio.

Inevitabile la soddisfazione espressa dal primo cittadino che, a margine del finanziamento, ha ricordato come cinque anni fa il presidio cavese fosse stato dichiarato a “0 posti letto” e, oggi, invece continua a svolgere la sua attività.

L’ospedale approda in campagna elettorale

Come era immaginabile, la notizia – a ridosso delle ormai imminenti elezioni amministrative del prossimo settembre – ha scatenato il dibattito politico in città considerato soprattutto che, tra i vari argomenti su cui i vari candidati alla fascia tricolore si confronteranno, quello più caldo e spinoso è senz’altro quello del nosocomio.

Non si è fatta attendere, a tal proposito, la reazione del candidato civico di centro-destra Marcello Murolo che ha bollato l’operazione come un “finanziamento a orologeria da campagna elettorale”.

«Si chiamano “finanziamenti a orologeria” e sono utilizzati per fini elettorali – ha infatti commentato Murolo –. Cinque anni dopo la promessa di potenziare l’ospedale, arrivano 4 milioni di euro dalla Regione che servono solo a gettare fumo negli occhi, facendo leva sulla memoria corta di chi potrebbe aver dimenticato che, proprio in questi cinque anni, la Regione guidata da De Luca ha soppresso reparti e tagliato servizi, depotenziando sempre più il “Santa Maria dell’Olmo” nel silenzio complice dell’amministrazione Servalli. La tutela della salute è un diritto da attuare in maniera concreta sempre e non può diventare merce di scambio elettorale».

Bastolla: “Voglio vederci chiaro”

Più cauto nell’esprimere giudizi, invece, l’ex assessore di Servalli, Enrico Bastolla, che pure si prepara a correre per la fascia tricolore. «Non voglio esprimermi per il momento – ha dichiarato Bastolla –. Voglio prima vederci chiaro e poi farò le mie valutazioni. Ho già preso appuntamento con i vertici dell’azienda ospedaliera “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”, lunedì chiederò approfondimenti a riguardo».

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi