Agro Nocerino Cronaca EVIDENZA Scuola

Mascherine gratis a Nocera Inferiore: ago e filo contro il Coronavirus

mascherine gratis a nocera

Mascherine gratis a Nocera Inferiore, dispositivi in “tnt” distribuiti a cittadini e operatori del Pronto Soccorso.

La signora Melania Rese e i suoi familiari, armati di macchine per cucire, hanno iniziato a distribuire mascherine gratis a Nocera Inferiore. I dispositivi di protezione, di “tessuto non tessuto”, vengono offerti quindi gratuitamente a tutti coloro che ne faranno richiesta.

Due mascherine per famiglia, con un prossimo appuntamento di consegna fissato per lunedì 30 marzo alle ore 10 in via Gramsci. Una prima distribuzione c’è già stata nei giorni scorsi. La famiglia Rese ha pubblicato un appello sui social, a “caccia” di sarti che potessero aumentare la produzione di mascherine.

E in poche ore le macchine per cucire impegnate nel lavoro solidale sono diventate ben 12. Alla signora Anna Imperato, a Giovanni e Melania Rese si sono infatti aggiunte Gabriella Salerno, Iole Scotto, Antonietta Leggiero, Sofia Villani, Michela Clausari, Franca Ferrara, Lina Gallo, Pinetta Bisogno, oltre a Giuseppe Afeltra, altro componente della famiglia Rese.

Cuciti oltre 500 dispositivi di protezione

La prima consegna ha raggiunto quota 104 mascherine, un numero destinato a salire in maniera sostanziosa lunedì prossimo. Nel frattempo, in queste ore sono state fatte ulteriori consegne:

  • Comune di Nocera Superiore (assessore Maria Stefania Riso)
  • Protezione Civile di Nocera Superiore
  • Terapia Intensiva Neonatale dell’ospedale Umberto I (dott. Attilio Barbarulo)
  • Pronto Soccorso ospedale Umberto I (dott. Andrea Lupi, Giovanni Iovine e Vincenzo De Trollis)

Altre mascherine saranno distribuite quindi all’associazione “La casa di Andrea” e al convento di Santa Maria degli Angeli.

Tante persone hanno dunque accolto le richieste della famiglia Rese, di mettere a disposizione il materiale per produrre le mascherine. Tovaglie, nastrini ed elastici indispensabili per cucire questi dispositivi, ovviamente non dotati di filtri, ma comunque utili a proteggere naso e bocca.

Tra i fornitori di materiali, la signora Melania Rese ha inteso ringraziare l’Ordine Francescano Secolare di Sant’Andrea e Gennaro Spinelli, che si stanno prodigando per l’iniziativa.

Un’analoga iniziativa in città

Iniziativa simile vede protagonista il gruppo Potere al Popolo dell’Agro Nocerino Sarnese, che ha sede a Nocera Inferiore. L’appello degli attivisti ha ottenuto numerosi riscontri in termini di fornitura di materiali, ricevendo quindi anche aiuto di sarti volontari.

In questo caso, si tratta di supporti “riutilizzabili”, che consentono dunque di cambiare all’interno un ulteriore strato protettivo.

La rete di solidarietà, quindi, sta funzionando bene anche attraverso questo ulteriore canale. Gli attivisti tengono comunque a ribadire che resta aperta la richiesta di ulteriore “manodopera” e di materiali occorrenti, tra stoffe, elastici e cordini.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi