Agosto 10, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Macron ignora le critiche ai file Uber: “Influisce su uno senza spostare l’altro” (video)

I file di Uber hanno rivelato un “accordo” tra Uber ed Emmanuel Macron che avrebbe facilitato la costituzione della società in Francia. Accordo “assunto interamente dal presidente francese”.

Tempo di lettura: 3 minuti

Iles Uber Files, un’indagine basata su migliaia di documenti interni di Uber che Sera Condividi, rivelando che c’era un “accordo” segreto tra Uber ed Emmanuel Macron quando era ministro dell’Economia sotto François Hollande (2014-2016). Questo accordo, che avrebbe facilitato la creazione di Uber in Francia, è stato pesantemente criticato dall’opposizione.

Il presidente si è difeso martedì, insistendo sulla creazione di “migliaia di posti di lavoro”. Il capo dello Stato ha aggiunto: “Sono molto orgoglioso (…), è molto difficile creare posti di lavoro senza aziende o imprenditori”. “Lo farò di nuovo domani e dopodomani”, ha insistito, dopo aver visitato il sito di STMicroelectronics vicino a Grenoble. “Come diceva uno dei miei antenati, mi colpisce l’uno senza muovere l’altro”, ha insistito il capo dello Stato, riferendosi a una frase attribuita a Jacques Chirac.

L’indagine, pubblicata domenica dal quotidiano Le Monde, fa parte di un’ampia indagine su Uber, a cui hanno partecipato una quarantina di testate internazionali. Sulla base di varie testimonianze e documenti, inclusi diversi scambi di SMS, Le Monde ha concluso che c’era un “accordo” segreto tra Uber ed Emmanuel Macron a Percy. Rapporti di incontri quotidiani nell’ufficio del ministro e numerosi scambi (appuntamenti, chiamate o SMS) tra i team di Uber France e Macron oi suoi consulenti, citando in particolare i verbali degli incontri scritti dal lobbista Mark McGahn.

E l’opposizione ha continuato, martedì, ad accusare il capo dello Stato di difendere gli interessi di Uber in un momento in cui l’azienda stava lavorando per sviluppare la sua presenza in Francia, quando lui stesso era ministro dell’Economia in François Hollande (2014-2016). . Le formazioni che compongono la coalizione di sinistra Nupes chiederanno una commissione parlamentare d’inchiesta, ha confermato il presidente del PS Olivier Faure. “Ecco il ministro che (…) in silenzio e discrezione ha fatto un patto con l’azienda che tutti sanno essere una delle offerte sociali più basse, e che è stata un cavallo di Troia per aver distrutto “parte del nostro diritto del lavoro”, come ha Il presidente del raduno Jordan ha dichiarato che Bardella ha affermato che l’Assemblea nazionale vuole avviare una missione conoscitiva, secondo Macron a Bercy “il punto di ingresso per interessi speciali in Francia”.



“Ha portato aziende, ha aiutato gli imprenditori francesi, ha aiutato soprattutto i giovani, a cui non veniva offerto un lavoro, che provenivano da quartieri difficili, che non avevano un lavoro a trovarli per la prima volta nella loro vita, e per migliaia di loro , ha dichiarato martedì il presidente Macron.

READ  L'Ucraina annonce avoir repris plusieurs régions aux Russes