Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Ucraina avverte l’Ue che “il resto dell’Europa non ha il diritto morale o politico di stancarsi”

Il capo della diplomazia ucraina, Dmytro Kuleba, ha avvertito l’Unione europea, martedì, di “esaurimento” di fronte alla guerra in Ucraina, e ha sollecitato l’adozione di un nuovo pacchetto di sanzioni contro Mosca.

Leggi anche: In Ucraina, la regione di Kherson è divisa in due parti: “Il loro villaggio è pieno di soldati russi”

“Chiedo ai miei colleghi dell’Unione europea – ha dichiarato durante una conferenza stampa online – di togliere ogni dubbio”, ogni “stanchezza” e di “finire al più presto il tanto atteso nono pacchetto di sanzioni”.

In particolare, ha chiesto l’imposizione di sanzioni alla compagnia statale di energia nucleare Rosatom a causa del suo ruolo nell’occupazione della Russia Centrale nucleare di Zaporizhia in Ucrainail più grande d’Europa.

Klepa ha anche sottolineato l’importanza delle sanzioni nel “frenare” l’industria militare russa.

Ha affermato che “la capacità della Russia di produrre nuovi missili deve essere distrutta per impedirle di disporre di risorse aggiuntive per uccidere gli ucraini e distruggere le città ucraine e il sistema energetico”.

Mentre da settimane Mosca bombarda le infrastrutture energetiche del Paese, facendo precipitare nell’oscurità milioni di case ucraine, ha chiesto ancora una volta all’Occidente di aumentare le sue spedizioni di armi, in particolare di sistemi di difesa antiaerea.

READ  Vittoria schiacciante per DeSantis, la più presidenziale di sempre contro Donald Trump