Dicembre 10, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’omicidio di Megan: Muhammad Dahman rivela la sua omosessualità il quarto giorno del processo | Liegi e la sua regione

Gli ultimi testimoni oculari sono stati ascoltati giovedì mattina davanti alla corte d’assise di Liegi nel processo a Mohamed Dahmane, il 28enne algerino accusato dell’omicidio di Mégane Tambourini. Durante il quarto giorno del processo, Mohamed Dahman ha rivelato la sua omosessualità su richiesta del suo avvocato.

I fatti si sono svolti il ​​9 marzo 2020, a Darvisheh (Liegi). La 22enne di Ceresian, Megan Tambourini, è stata pugnalata alla gola. Il suo corpo è stato trovato sul marciapiede. La giovane aveva frequentato uno squat, dove si era verificato un alterco tra i vari occupanti. Questo alterco si è verificato quando Mohamed Dahman avrebbe tentato di forzare i rapporti sessuali su Megan Tamburini.

Gli ultimi testimoni oculari sono stati ascoltati giovedì mattina. Al termine di queste testimonianze, l’avvocato di Mohamed Dahmane, io sono Adrien Croisier, ha voluto porre al suo assistito un’ultima domanda. Riguardava l’orientamento sessuale dell’imputato, che durante le indagini si era dichiarato eterosessuale. Ma l’imputato ha rivelato la sua omosessualità. “Una volta ho dormito con una donna”, ha detto l’imputato, “altrimenti amo gli uomini”.

Secondo Me Croisier, il fascicolo processuale conteneva indicazioni della sua omosessualità, ma queste non sono state sfruttate. “La dichiarazione in questa fase del procedimento è necessaria prima che i giurati possano prenderla in considerazione. L’omosessualità è ancora un reato penale in Algeria, il paese di Mohamed Dahmane. Ci vuole molto coraggio da parte sua per rivelarlo in un’udienza pubblica”, mi ha spiegato. Pastorale.

L’approccio dell’imputato potrebbe aver influenzato il pensiero della giuria, poiché Mohamed Dahman è sospettato di aver ucciso Megan Tamburini perché si rifiutava di avere una relazione sessuale con lui.

READ  Giro di Svizzera: Andreas Liknesund vince da solo la seconda tappa

foto di Megan

Gli investigatori hanno fornito ai giurati riassunti della loro indagine morale. Nell’immagine della vittima notano che era la maggiore di tre figlie, che aveva perso i contatti con il padre intorno ai 14 anni e che il suo patrigno era diventato il suo faro. All’età di circa quindici anni, dopo che sua madre si separò dal marito, perse la mobilità e abbandonò la scuola. Megan Tamburini ha avuto due figli, di 16 e 19 anni. Ma ha adottato uno stile di vita sconnesso e irresponsabile. Ha incontrato il suo ultimo fidanzato nel 2019 e ha vissuto una relazione stretta. Ma la coppia dormiva accovacciata.

Megan Tamburini è stata descritta come una giovane donna con il cuore in mano, divertente, ridente, scherzosa, educata, gentile e disposta ad aiutare. Aveva la facoltà di ascoltare le persone ed era facilmente affascinata. Aveva una personalità impressionabile, si lasciava trasportare facilmente e tendeva ad allontanarsi dalle sue responsabilità. Il suo stile di vita è cambiato quando frequentava spesso persone in situazioni precarie.

L’indagine sulla personalità condotta sull’imputato ha rivelato che era nato in una famiglia di quattro figli. È cresciuto in un ambiente rurale povero. Ha abbandonato la scuola superiore e ha completato la formazione come parrucchiere, installatore di finestre e pittore. Ha lasciato l’Algeria all’età di 25 anni con l’intenzione di trovare una vita migliore. Vuole vivere in Belgio.

Trovate ici Tutte le notizie dalla regione di Liegi.

Leggi anche

Muhammad Dahman rappresenta una personalità malata di mente, secondo gli esperti

Meghan assassinata a Bresso: Mohamed Dahman individuato tramite Facebook

READ  Tadej Pojacar raddoppia sui lombardi, ultimo round di Alejandro Valverde e Vincenzo Nibali