Luglio 5, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’oceano perde la memoria (che è molto inquietante)

Gli oceani ricordano. No, questa non è una nuova teoria sulla “memoria dell’acqua”: se gli oceani avevano una memoria, si manifestava soprattutto (ma non solo) per la sua temperatura. Di anno in anno, se stai navigando nello stesso settore, troverai più o meno le stesse condizioni, anche se a volte ci sono alcune piccole modifiche. Ciò significa che avrai anche le stesse correnti e gli stessi pesci che preferiscono queste condizioni specifiche dell’acqua. Ma questo era prima. Questa memoria periferica è in pericolo oggi, avverte un team statunitense Uno studio pubblicato sulla rivista Science Advances ».

Freddo medievale nelle profondità dell’Oceano Pacifico

Nel 1873 l’HMS Challenger di Sua Maestà, un veliero a tre alberi con motore a vapore, salpò a Portsmouth, nell’Inghilterra meridionale. Sulla nave, un gruppo di scienziati, in più di tre anni di viaggio, ha effettuato la prima grande spedizione oceanografica intorno al mondo. Il risultato: un rapporto completo di 50 volumi che ha aperto la strada all’oceanografia, comprese oltre 5.000 misurazioni della temperatura delle profondità oceaniche.

Misurazioni utilizzate dai ricercatori del Woods Hole Oceanographic Institution (WHOI) e dell’Università di Harvard (USA) per confermare la loro modellizzazione oceanica. Per questo, hanno confrontato le temperature di profondità registrate nel diciottesimoe corno con note

READ  Salute: Unità di Cardiologia di Rodez, un nuovo ospedale tra Millau e Saint Afrique