Cava de' Tirreni EVIDENZA

Cava, località Maddalena al buio per l’inizio dei lavori all’ex Hotel Due Torri

Località Maddalena

Località Maddalena al buio per l’inizio dei lavori all’ex Hotel Due Torri che farà presto posto a una nuova struttura sociosanitaria

Cava de’ Tirreni. Lunedì scorso sono state avviate le operazioni di demolizioni della fatiscente struttura, abbandonata al degrado da oltre trent’anni. Ma un “piccolo” inconveniente sembra aver lasciato i residenti della zona senza elettricità per tutta la giornata, causando danni a impianti privati ed elettrodomestici. Stando a quanto raccontato da chi è rimasto senza elettricità, infatti, gli addetti ai lavori impegnati nel cantiere di demolizione avrebbero per errore tranciato un cavo dell’elettricità causando prima un notevole sbalzo di corrente, tale da mandare in tilt elettrodomestici e televisori, e successivamente un vero e proprio blackout che ha lasciato i residenti senza elettricità per gran parte della giornata.
Da qui alle innumerevoli segnalazioni giunte ai centralini Enel e confermate dallo stesso fornitori di energia elettrica, per interventi urgenti richiesti dai privati. Sono stati gli stetti addetti a capire poi da quale avvenimento il disservizio era stato causato e a rimediare, nella stessa giornata di lunedì, al ripristino dell’elettricità in zona.
Tuttavia, ad emergenza rientrata, non sono mancate le rimostranze e in molti residenti hanno chiesto un risarcimento per i danni subiti a causa degli sbalzi che hanno provocato il malfunzionamento e la completa rottura degli elettrodomestici. Nessun rallentamento registrato, invece, per i lavori di demolizione progressiva del vecchio Hotel Due Torri, che proseguono spediti. Obiettivo è riuscire a radere al suolo la fatiscente struttura, abbandonata da anni, entro il prossimo 12 settembre data in cui, invece, è prevista la posa della prima pietra della nuova struttura socio-sanitaria che farà capo all’associazione “La Nostra Famiglia”.
In un’area di 6200 metri quadri sorgerà infatti una nuova struttura, dotata di spazi moderni e accessibili per la cura e la riabilitazione di bambini con disabilità fisiche, psichiche e sensoriali. L’area sarà oggetto di un completo restyling, in quanto abbandonata da oltre 30 anni, era diventata fonte di pericolo e di inquinamento. Stop dunque all’utilizzo indiscriminato della struttura fatiscente, le cui stanze negli anni erano diventato anche non solo preda di vandali ma anche covo di tossicomani e senzatetto. La zona collinare della Maddalena verrà pertanto riqualificata. Previsti 24 mesi di cantiere. L’edificio si svilupperà su quattro piani con spazi specificamente progettati e maggiormente flessibili, oltre che completamente e facilmente accessibili da persone con limitate capacità motorie: qui avranno sede la reception, l’area clinico-sanitaria con 8 studi dedicati, le aree di riabilitazione con 27 apposite stanze, le sale di formazione e le sale riunioni.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi