Febbraio 8, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’obiettivo di 100.000 stazioni di ricarica nel 2022 è stato finalmente raggiunto?

Il numero di terminali disponibili è aumentato vertiginosamente nel 2022. Ma questo non è bastato per superare la soglia simbolica dei 100.000 punti di ricarica aperti al pubblico.

Al mese, Hai Pubblica il proprio standard nazionale per le infrastrutture di ricarica aperte al pubblico. Ciò che è stato appena pubblicato online è importante, perché misura logicamente il 2022.

Al 31 dicembre in Francia erano 30.352 le stazioni di ricarica aperte al pubblico, ovvero altre 8.472 in un anno. Queste stazioni rappresentano un totale di 82.107 punti di ricaricaEventuali spine fornite per collegare l’auto.

Da gennaio a dicembre sono stati piazzati altri 28.840 punti, con un incremento del 53% rispetto a fine 2021. Quindi possiamo vedere che il bicchiere è mezzo pieno e dire che questo è un bel passo avanti. Ma possiamo anche vedere il bicchiere mezzo vuoto e vedere che i 100.000 terminali non sono ancora stati raggiunti. Tuttavia, nell’autunno del 2020, il governo ha fissato questo obiettivo per la fine del 2021. Se il ritmo delle installazioni continua, dovrebbe essere raggiunto nella primavera del 2023.

Non sorprende che l’Île-de-France sia la regione meglio dotata della regione. A fine 2022 disponeva di 15.667 punti di ricarica (per 4.164 terminali). Poi abbiamo l’Auvergne-Rhône-Alpes, una vasta regione con 9.859 punti di ricarica (3.823 stazioni) e l’Occitane (8.264 punti, 3.360 stazioni).

L’aumento del numero di punti di ricarica è in gran parte dovuto all’accelerazione delle installazioni nei parcheggi commerciali. Il numero dei punti in esercizio è passato da 13.965 a 29.564, la loro quota sul totale delle stazioni aperte al pubblico ha guadagnato 10 punti, attestandosi al 36%. Carrefour in particolare è stato molto coinvolto, com’è stato Lidl, che a dicembre ha aperto le sue prime stazioni elettriche dedicate in Francia, con più di dieci punti di ricarica in ciascuna stazione. Al contrario, sulla rete stradale, nel 2022 erano presenti solo 2.000 stazioni in più, poco più di 20.000 stazioni a fine 2022.

READ  Il patron de Moderna at-il vendu versa 400 milioni di dollari in azioni avant de disparître de Twitter?

In termini di forza, nella maggioranza sono rimasti valori piuttosto modesti. A fine 2022 il 53% dei punti erano punti a corrente alternata trifase con potenza compresa tra 7,4 e 22 kW. E il 35% è ancora monofase sotto i 7,4 kW. Gli impianti oltre i 50 kW rappresentano meno del 10%. Ma c’è di meglio, perché era appena il 5% un anno fa.

Un dato dimostra che il mercato dei veicoli elettrici è in crescita: il numero medio di sessioni per punto di ricarica. Sebbene ci siano sempre più punti aperti al pubblico, questo numero è quasi raddoppiato nel 2022. Pertanto, a dicembre 2021, la tariffa media dei punti era di poco inferiore a 8 sessioni al mese. Nel 2022, il numero è 15.

Negli ultimi mesi, Aver ha fornito anche un altro dato interessante: la disponibilità. Si dice che il punto di ricarica sia disponibile se non è in manutenzione o inattivo. A dicembre, questo tasso era dell’85% per le stazioni AC. Per la corrente continua, invece, era dell’82% sotto i 150 kW e solo del 76% sopra i 150 kW. Questo è un punto da migliorare per la ricarica rapida.


Leggi anche
Mercato automobilistico: ecco le 10 auto elettriche più vendute in Francia nel 2022