Agosto 7, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’italiano Simone Fontecchio fa le valigie per Salt Lake City

La bassa stagione è molto impegnativa per i mormoni. Dopo il successo commerciale di Rudi GobertIl franchise proverà a far uscire di nuovo il suo All Star Donovan Mitchell. In attesa di risolvere questo problema scottante, i Jazz si sono rafforzati con gli acquisti Simone FontecchioContratto biennale per 6,25 milioni di dollari. Formatosi alla Virtus Bologna, l’esterno ha subito acceso i campi italiani con il suo esordio da professionista a 17 anni. Nonostante le chiamate della NCAA, Fontecchio è rimasto fedele al suo club, dove è diventato un All Star nel 2014. Tre Supercoppe italiane dal 2016 al 2018. Dopo le parentesi a Reggio Emilia e Alba Berlino, lo scorso anno ha firmato con il Baskonia. In 31 partite in ACP League, ha una media di 12,4 punti, 3,9 rimbalzi e 1,7 assist, tirando il 41% dalla lunga distanza.

Simone Fontecchio, arruolato nel draft 2015, ha ritirato il suo nome all’ultimo momento. Ha ancora sperimentato in quel periodo con i Celtics che guidava Danny Ainge. Ora, Ainge, il capo dei Jazz, non ha dimenticato il tiratore italiano offrendogli il suo primo contratto nelle grandi serie. In grado di giocare come terzino con la sua qualità di tiro, può anche giocare come 3 grazie alle sue dimensioni (2m03). Il suo contratto triennale con Baskonia prevedeva una clausola di rinuncia fino a luglio 2022 se avesse firmato con una franchigia NBA. Quindi lo Utah ha usato questa regola per cuocere in camicia Fontecchio. Ora vediamo come si adatterà l’italiano al gioco NBA.