Campania EVIDENZA Salerno

Linea storica Napoli – Salerno: al via i lavori. Non poche le preoccupazioni

Linea Storica

La Linea storica Napoli – Salerno nuovamente chiusa: tante le problematiche segnalate dal comitato pendolari. Preoccupa la possibile chiusura della Polfer.

Dalla mezzanotte del 30 luglio, per la seconda volta in meno di un anno, è stata chiusa la linea storica ferroviaria Napoli – Salerno. Una sospensione del servizio di trasporto su strada ferrata dovuta per lavori di manutenzione, che dovrebbero terminare per la fine del mese di agosto.

Tanti i disagi che dovranno affrontare i pendolari nel arco di questo periodo. Primo fra tutti, viene messo in evidenza dal Comitato, la distanza del terminal bus che è stato collocato al termine dell’area ferroviaria di RFI, lungo via Nicola Bruni Grimaldi, ed è completamente privo di allestimento ed assolutamente inadeguato, privo di un’idonea pensilina e di un idoneo servizio igienico mobile in considerazione delle particolari condizioni del luogo ed atmosferiche e delle necessità dell’utenza.

Il precedente terminal bus, invece, era stato collocato dinanzi la Stazione Ferroviaria, al lato della Chiesa di San Gioacchino, all’angolo con via Nicotera, e tutelava maggiormente gli utenti, in quanto gode di maggiore possibilità di riparo all’ombra, è già dotato della pensilina del CSTP (ora BUSITALIA), non li costringe ad un lungo e pesantemente soleggiato percorso e lì vi sono anche dei bar che possono tornare ben utili sia a causa dei tempi di attesa sovente lunghi nell’attuale torrido clima sia a causa della carenza di servizi igienici .

Inoltre il precedente Terminal bus fu già usato per ben 15 mesi consecutivi ai tempi della chiusura della linea ferroviaria verso Napoli per l’incidente di Portici e della concomitante chiusura verso Salerno per lavori: e non ricordo particolari incidenti. Tale collocazione, è stata determinata da un’ordinanza del Sindaco di Nocera Inferiore nell’ambito delle sue prerogative in materia di traffico veicolare.

Con una nota il Comitato pendolari, attraverso le parole del suo Portavoce, mette in evidenza i tanti disagi ed effetti negativi. Tra questi:

  • la circostanza che anche gli utenti provenienti dalla zona di Santa Chiara devono prima recarsi all’interno della Stazione Ferroviaria per obliterare il titolo di viaggio e poi devono tornare indietro verso il Terminal bus;
  •  i tempi spesso lunghi di attesa dei bus sotto il sole in un clima molto caldo ed afoso oppure sotto la pioggia in assenza di una pensilina idonea;
  •  l’assoluta mancanza di idonea segnaletica dell’attuale Terminal bus e di prospetti orari cartacei dei bus sostitutivi all’interno della Stazione Ferroviaria e durante il tragitto fino al Terminal stesso.
    Quest’ultima circostanza è molto negativa per i turisti, in generale per chi non conosce la nuova situazione ed anche per l’immagine turistica di Nocera Inferiore e della zona;
  •  il carattere decentrato, isolato e poco illuminato di sera dell’attuale Terminal bus comporta anche qualche rischio di sicurezza pubblica per gli utenti della fascia serale.

Ma le preoccupazioni non finiscono qui. Aleggia anche l’ipotesi di una possibile soppressione del Commissariato Polfer della Stazione Ferroviaria di Nocera Inferiore.

L’ipotesi legata alla chiusura dell’ufficio potrebbe verificarsi a causa della mancanza di personale, perchè, nei prossimi mesi, prenderanno corpo i pensionamenti e, al momento, non si parla di sostituzione degli agenti. Dopo Agropoli ed Avellino, dovrebbe toccare a Nocera Inferiore vedersi privare dell’ufficio di pubblica sicurezza Polfer, molto utile in considerazione dell’elevato numero di utenti del bacino territoriale che fa riferimento alla Stazione Ferroviaria cittadina.

 

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi