Gennaio 27, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’impiegato di Canucks ringrazia lo spettatore per avergli salvato la vita: “Lei è un’eroina” | altri sport

NHLI Vancouver Canucks, una franchigia nordamericana di hockey su ghiaccio professionale (NHL), hanno condiviso su Twitter quella che hanno definito la loro “più grande vittoria” sabato sera.




Nel corso della giornata, la squadra ha postato su Twitter la testimonianza di uno dei suoi dipendenti, Brian “Reed” Hamilton, che cercava una “persona molto speciale”, che fosse tra gli spettatori del match che si è svolto. Gocce.

“A questa persona che sto cercando: mi hai cambiato la vita e ora voglio trovarti, grazie mille!” Questo membro ha scritto per Canucks.

La sera del 23 ottobre, la giovane donna era seduta dietro la panchina della squadra di Vancouver alla loro prima partita al Seattle Kraken, la nuova serie di hockey su ghiaccio, e stava cercando di attirare l’attenzione del dipendente.

Alla fine le è venuta l’idea di scrivere un messaggio sul suo telefono che si avvicinava al vetro che la separava dal sedile: “Il neo sul collo potrebbe essere canceroso. Per favore, vai da un dottore!”

Poco più di un’ora dopo la sua pubblicazione, il tweet, diventato virale, ha permesso al team di Vancouver di rintracciare la giovane donna, Nadia Popofusi, una studentessa di medicina recentemente accettata.

‘persona incredibile’

“Sono felice. L’unico motivo per cui ho scritto la lettera era perché volevo davvero che tu sapessi che la sua perseveranza e tutto ciò che ha fatto sono stati presi molto sul serio”, ha detto Brian Hamilton, molto commosso, durante un punto stampa.

Indossando una giacca blu con la foto della squadra di Canucks, il canadese ha spiegato di non aver mai visto il neo, che si è rivelato essere un cancro della pelle e da allora è stato rimosso.

READ  Formula 1 | Wolff avverte i nuovi produttori di motori della difficoltà della F1

Ha insistito sul fatto che fosse una “campione”. “Questa è una persona meravigliosa che si prende il tempo per notare qualcosa di preoccupante e trovare un modo per segnalarlo durante il caos di una partita di hockey”, ha detto.

La sera del 1 gennaio, ha incontrato di persona Brian Hamilton e ha ringraziato la sua “eroina”, secondo un video pubblicato dai Vancouver Canucks.


“Che bel modo di iniziare il mio viaggio alla scuola di medicina, è inestimabile! Sono così felice che tu sia stato in grado di verificarlo”, la giovane donna con una maglietta kraken, coccolandola, salutò la giovane donna.

I Vancouver Canucks e i Seattle Kraken, che si sono affrontati di nuovo sabato, hanno annunciato durante la partita di aver assegnato a Nadia Popovici una borsa di studio di 10.000 dollari per i suoi studi medici.


AP

© AP