Febbraio 2, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lévignac. La salute di La Save è sotto stretto controllo

Uno degli obiettivi delle azioni svolte da SygeSave (il consorzio di gestione del Sava e dei suoi affluenti) è il raggiungimento di un buono stato ecologico delle acque superficiali dei fiumi presenti sul proprio territorio, come previsto dalla Direttiva Quadro Europea sulle Acque da raggiungere, entro il 2027, un buono stato ecologico per i vari ambienti in tutta Europa. “La valutazione della qualità dell’ambiente acquatico in un corso d’acqua, basata su diverse analisi, deriva da una combinazione di stato chimico come concentrazione di pesticidi, inquinanti e metalli pesanti, stato ambientale determinato da dati fisici e chimici e stato biologico compresi gli assemblaggi di macroinvertebrati, la diversità delle specie e la ricchezza dei pesci”, spiegano i tecnici di SygeSave. Nel bacino della Sava sono stati fissati obiettivi per il raggiungimento del buono stato di 22 corsi d’acqua. “La maggior parte dei fiumi del bacino è in condizioni medie. Quattro sono in buone condizioni, o almeno in parte così come il Save nella sua parte alta, il Seygouade, l’Houytère e il Larjo. Infine, se l’Aussoue è in condizioni mediocri , il Gradoue e il Cédat sono in cattive condizioni e mostrano siccità per diversi mesi all’anno ”, sottolineano gli esperti. “SygeSave sta esaminando in modo più specifico quali azioni verranno eseguite su quest’ultimo. Sono principalmente i criteri biologici che riducono la qualità di questi corsi d’acqua”. Migliorare la qualità biologica di un corso d’acqua in prosciugamento è una grande sfida per l’Associazione di Gestione della Sava e dei suoi affluenti.