Salerno

Lembo incanta gli studenti di UnisaOrienta: “Lasciate i telefonini e leggete la nostra bellissima Costituzione”

Lembo

“Lasciate per un attimo i telefonini e leggete la nostra bellissima Costituzione”, il procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, Corrado Lembo incanta gli studenti di UnisaOrienta

«Lasciate per un attimo i telefonini e leggete la nostra bellissima Costituzione. L’uguaglianza e la solidarietà sono principi fondamentali della vita e la promozione della legalità è il motore dello sviluppo».
Il capo della magistratura salernitana è stato il protagonista dell’evento promosso dal Centro d’Ateneo per l’Orientamento e il Tutorato (Caot) dell’Università di Salerno in collaborazione con i sedici Dipartimenti dell’Ateneo.
«Dinanzi a me c’è un colpo d’occhio straordinario, uno spettacolo magnifico», ha detto Lembo in Aula Magna. «Siete i ragazzi della generazione della cosiddetta “galassia elettronica”, ma guardando le vostre mani vedo pochi telefonini, vuol dire che riuscite a non essere storditi da quelle che non sono sempre “macchine di verità” – ha proseguito il procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Salerno -. Siete in un campus meraviglioso e ciò è fondamentale perché la cultura dev’essere accogliente. Spero che molti di voi vogliano intraprendere la carriera di giurista, attraverso la facoltà di Giurisprudenza, per alimentare il vostro desiderio di Giustizia».
Nella sessione plenaria di questa mattina il Rettore dell’Università di Salerno, Aurelio Tommasetti e la professoressa Rosalba Normando, delegata del Rettore all’Orientamento degli studenti, hanno accolto le 1300 future matricole provenienti dalle scuole di Salerno, Cava de’ Tirreni, Frigento, Marigliano, Gragnano, Castellammare di Stabia, Piedimonte Matese e Nocera Inferiore. «Siete nell’Ateneo che ha fatto del merito la propria bandiera – ha affermato il Rettore -. Un regno di libertà ma anche di responsabilità. Scegliete tra i 76 corsi di laurea dell’Università di Salerno nella consapevolezza che il tempo sarà un fattore fondamentale per la vostra formazione e l’inserimento nel mondo del lavoro».
La parola è poi passata al professor Stefano Riemma, direttore del Dipartimento d’Ingegneria industriale: «Sfatiamo un tabù, non è vero che s’iscrive a ingegneria solo chi arriva dal liceo scientifico. Fatta tale premessa, vivete questo fondamentale momento di scelta con libertà e autonomia. Confrontatevi, certo, però sappiate che gli amici rimangono, le fidanzate si cambiano e i genitori capiscono. Dunque, scegliete da soli, ascoltate tutti ma non seguite nessuno. E allenatevi per i test, studiare e capirli vi preparerà a cominciare nel migliore dei modi la carriera universitaria».

laRedazione

laRedazione

Account ufficiale de laRedazione.

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi