Luglio 5, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le vendite di auto in Russia sono diminuite dell’83,5% a maggio anno su anno


A maggio sono stati venduti 24.268 nuovi veicoli leggeri, secondo i dati pubblicati dall’Association for European Business (AEB), che raggruppa i produttori del settore.

Rispetto ad aprile, si tratta di un calo del 52%.

Il crollo delle vendite è iniziato a marzo, dopo che i paesi occidentali hanno imposto severe sanzioni al settore, vietando in particolare l’esportazione di pezzi di ricambio in Russia.

Oltre alle vendite, la produzione automobilistica è uno dei settori più sofferenti del settore industriale russo.

Il ritiro di molti marchi esteri dal Paese e la sospensione della consegna dei pezzi di ricambio ha portato alla sospensione di molti stabilimenti nazionali. Ad aprile, la produzione di auto è diminuita dell’85,4% in un anno.

Dall’ingresso delle forze russe in Ucraina il 24 febbraio, diversi produttori hanno anche annunciato di interrompere la vendita di componenti o automobili in Russia o di interrompere la produzione in Russia.

Un altro fulmine: la Renault, il cui lavoro in Russia con Avtovaz ha raddrizzato questo gigante, ha venduto i suoi beni allo stato russo, la prima grande nazionalizzazione.

Decine di migliaia di lavoratori di Avtovaz, la più grande casa automobilistica russa, sono in congedo retribuito da mesi e la maggior parte della sua produzione è stata interrotta.

L’inflazione e l’instabilità del rublo hanno anche ridotto le prospettive per i russi di acquistare prodotti importati, in particolare automobili.

READ  Il principale investitore in Shiba Inu (SHIB) ritira i suoi token