Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le regioni sanitarie e le regioni autonome non affrontano la rimozione delle mascherine nei trasporti pubblici a causa del “leggero aumento” del numero di casi

PARIGI, 7 ottobre (Benin News) –

Il ministro della Salute, Carolina Daria, ha indicato che il ministero e le comunità autonome non hanno discusso, venerdì, del ritiro dell’uso obbligatorio delle mascherine sui mezzi pubblici a causa della raccomandazione degli esperti del comitato di allerta e del “leggero aumento .” Nel numero di casi di COVID-19.

“Non è stato menzionato, non è stato oggetto di commenti e non era all’ordine del giorno. Lo ha spiegato il Ministro nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Santiago de Compostela (Galizia) dopo la riunione dell’Assemblea Generale del Consiglio Internazionale del Sistema Sanitario Nazionale (CISNS) che nessuno dei ministri lo ha fatto.

Il Sig. Drias ha osservato che durante la recente conferenza CISNS, il ministero e le regioni autonome hanno convenuto che “sono gli esperti che dovrebbero continuare a dare la loro opinione sul processo decisionale” in merito alla rimozione o meno delle mascherine sui mezzi pubblici.

“Il comitato di allerta si è riunito di recente e ha concluso che dobbiamo continuare ad aspettare la prossima volta. Siamo in una tendenza al rialzo, è vero che è lieve e al momento non ha alcun impatto sugli ospedali, ma Ponencia ha detto di volerlo continuare la sua valutazione”, ha detto il ministro.

Daria ha affermato che dal 23 agosto al 9 settembre il tasso di infezione da COVID-19 è diminuito di circa l’1,7% al giorno. Tuttavia, dal 30 settembre, c’è stato un “leggero trend rialzista” dell’1,1% al giorno.

Nel rapporto sulla salute diffuso venerdì dal ministro, il tasso di infezione tra le persone con più di 65 anni è salito di 13 punti da martedì a 168 da 155,55. In ogni caso, come ha spiegato il ministro, questo leggero aumento non si traduce in un aumento del tasso di occupazione negli ospedali, che resta “il livello più basso dell’intera epidemia”.

READ  JE CRÉE POUR MA SANTÉ – ​​​​PROJET DE MURALE COLLETTIVA

Nonostante lo sviluppo di casi, venerdì il Ministero della Salute e le Comunità autonome hanno concordato che i rapporti epidemiologici su COVID-19 e scimmie sarebbero stati pubblicati settimanalmente, anziché due volte a settimana, come è avvenuto fino ad ora.

La sede dell’Agenzia di Sanità Pubblica è ancora operativa

Questo venerdì il Consiglio regionale ha esaminato anche il disegno di legge relativo all’Agenzia nazionale per la sanità pubblica, che è già stato approvato al primo turno dal Consiglio dei Ministri e che passerà nuovamente attraverso questo organismo “entro la fine dell’anno” inviato a Parlamento.

“Il processo di consultazione pubblica è completo e ora siamo nel processo di commento, valutando i commenti fatti finora”, ha spiegato il signor Daria.

Il Ministro ha osservato che alcune Comunità Autonome, come la Galizia e l’Aragona, “hanno continuato a presentarsi” come sede di questo organismo, anche se non era stata ancora presa alcuna decisione. “Continuiamo ad ascoltare attivamente in modo da poter prendere una decisione quando è il momento giusto. Ognuna di queste comunità è idonea.

Caso di influenza aviaria nell’uomo: ‘molto raro’.

Al ministro è stato anche chiesto del primo caso umano di influenza aviaria H5N1 in Spagna. Il s’agit plus précisément d’un travailleur, qui n’a pas dû être hospitalisé, d’une sfruttamento avicole de la province de Guadalajara, où des dizaines de milliers de poules on té abattues en raison d’aviie de épe inizio di Settembre.

A questo proposito, il Sig. Dryas ha spiegato che si tratta di un “fenomeno estremamente raro”. La stagione 21/22 è stata la stagione con i più alti tassi di influenza aviaria registrati in Europa. Ha spiegato che la maggior parte di loro sono imparentati con uccelli selvatici che spesso condividono mangiatoie o spazi con gli uccelli della fattoria.

READ  Ora è possibile tracciare i satelliti della NASA!

Ha aggiunto che la trasmissione da uomo a uomo dell’influenza aviaria è “estremamente rara”. “Continuiamo a monitorare la situazione, ma al momento non abbiamo bisogno di andare oltre”, ha aggiunto.

Accordi interconsiliari

Venerdì, il CISNS ha anche gestito diversi accordi della Commissione sugli interessi, le assicurazioni e le finanze. In primo luogo, sulla priorità dei pazienti con diabete di tipo 2 che sono in terapia insulinica intensiva e richiedono almeno sei stick al giorno per l’automonitoraggio della glicemia e per i quali dovrebbero essere forniti sistemi di monitoraggio della glicemia.

Il secondo ha lo scopo di mantenere il sistema di riparazione del clamp della valvola mitrale percutanea nel National Health System (NHS) Shared Services Group, nelle stesse condizioni definite nel protocollo di studio osservazionale.

Infine, hanno trovato un accordo per eliminare l’ipoglicemia involontaria come criterio di esclusione nel finanziamento di sistemi di monitoraggio della glicemia per bambini e adolescenti con diabete di tipo 1 che sono in terapia insulinica intensiva e necessitano di almeno sei stick al giorno per l’automonitoraggio della glicemia.

Oltre agli accordi, si è discusso anche dell’istituzione del Sistema Informativo HEBAR come strumento ambientale ed epidemiologico basato sul monitoraggio delle acque reflue. Questo metodo consentirà un monitoraggio regolare della circolazione di SARS-CoV-2 e delle sue varianti e fungerà anche da “allarme precoce” di futuri focolai di questa e di altre malattie.