Febbraio 5, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le orribili immagini di Bakhmut hanno rivelato: perché i russi sono così ansiosi di restaurare questa città ucraina completamente distrutta?

Leggi anche > “Putin deve lasciare la Russia per essere arrestato in un altro Paese”

Ma perché i russi continuano a spendere tante energie cercando di riconquistare questa città che, come possiamo vedere nelle ultime foto in basso, è completamente distrutta e che in precedenza non rappresentava alcun interesse strategico di rilievo?

Sul set di BFM Tv, il generale Jerome Pellestrandi, consigliere di difesa della rete, ha svolto la sua analisi. Così spiega che sulla scia delle battute d’arresto russe nel sud dell’Ucraina e a Kharkiv, il fronte del Donbass è diventatopriorità assoluta. E così le truppe russe in ritirata sbarcarono a Kherson dalla parte di Bakhmut, in rinforzo dei soldati già presenti e della milizia di Wagner. Il capo Wagner ha anche descritto la battaglia di Bakhmut come un mattatoio e ha giurato di distruggere immediatamente l’esercito ucraino.

Leggi anche> “La Russia non è più un piano”: come l’Ucraina sembra spremere l’esercito di Putin

Sul posto, la situazione ricorda la guerra del 14-18. “È una guerra di trincea, nel fango.”spiega il generale Jerome Pellestrandi. “C’è il fuoco dell’artiglieria, molti morti e feriti ogni giorno”.

Ma per quale questione? Secondo il generale, se i russi stanno dispiegando troppa energia lì, loro “Non strategico, ma più simbolico. In un certo senso, sarà la porta d’accesso a Kramatorsk. Tatticamente, è anche l’unico posto in cui possono davvero agire. Infine, per Putin, questa sarà l’occasione per dire “abbiamo vinto”. Ma sia chiaro, se così sarà, sarà soprattutto una vittoria di Pirro. Perché ci sono altre città che da allora sono cadute e sono state rioccupate”.

Bakhmut nel Donbas © Printscreen BFM TV
READ  Tre membri non vaccinati della stessa famiglia muoiono in 6 giorni in Francia (foto)