Cava de' Tirreni Comunicato Stampa EVIDENZA Salerno

Le generosità: ancora una volta fiore all’occhiello dell’ Arcidiocesi di Amalfi – Cava de’ Tirreni

Le generosità: ancora una volta fiore all’occhiello  dell’Arcidiocesi di Amalfi – Cava de’ Tirreni

La Presidenza della Cei, Conferenza Episcopale Italiana, come segno concreto e vicinanza alle popolazioni colpite dal tremendo sisma dell’Italia centrale all’indomani dell’evento sismico oltre agli aiuti spirituali, alla presenza sul territorio dispose anche l’immediato stanziamento di 1 milione di euro dai fondi dell’otto per mille per far fronte alle prime urgenze e ai bisogni essenziali nelle zone terremotate inoltre, vista la drammaticità del momento, indi anche una colletta nazionale, da tenersi in tutte le Chiese italiane il 18 settembre.

Anche la nostra Chiesa di Amalfi – Cava de’ Tirreni, mediante l’organizzazione della Caritas diocesana, ha subito raccolto l’invito dei Vescovi e si è adoperata per raccogliere fondi in favore di questi nostri fratelli colpiti dalla violenza del terremoto.

Considerando il grande periodo di crisi economica la generosità di questa Chiesa locale non ha deluso le aspettative infatti, grazie alla disponibilità dei parroci, dei fedeli, delle associazioni, di alcune congreghe e di un istituto superiore di Cava  è riuscita a raccogliere e inviare tramite la Caritas Italiana ben 36.680,00 €.

Entusiasta e riconoscente  l’Arcivescovo S.E. mons. Orazio Soricelli. Don Francesco Della Monica, neo direttore dell’ Ufficio diocesano, è particolarmente felice del risultato raggiunto e della bellissima testimonianza data.

La sensibilità e la capacità evangelica di com-patire, ha detto il giovane sacerdote che dal 14 settembre scorso ha assunto la direzione dell’importante Ufficio, ha permesso un nuovo grande miracolo, rompendo le maglie dell’individualismo moderno e aiutandoci ad essere buon Samaritano di chi, senza un perché o una motivazione logica, si è trovato in pochi istanti a perdere sia gli affetti più cari sia tutto ciò per cui aveva lavorato.

La vicinanza spirituale, il nostro grande sacrificio e il contributo versato diventano quindi una carezza per offrire sollievo, vicinanza e futuro a chi ha perso realmente tutto e forse anche di più. Sono certo, ha poi continuato sorridendo, che presto da questa assurda e inevitabile  bruttura nascerà, grazie all’aiuto degli uomini di buona volontà, dei tanti volontari e all’infinito amore di Dio che mai fa mancare la sua presenza, una bellezza inimmaginabile e a questa avremo contribuito anche noi dell’Arcidiocesi di Amalfi – Cava de’ Tirreni.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi