Campania EVIDENZA video

L’anno duro della ristorazione: “Questa pioggia dura da troppo tempo”

“É stato un anno duro e quella pioggia ne è stata l’emblema”

Questo ultimo anno ci ha insegnato tanto. Chi più, chi meno ognuno con le sue sfide e a quelle sfide ha risposto con il meglio o il peggio di sé.  

Nel settore ristorazione, in quello alberghiero e turistico, in tanti, imprenditori o dipendenti, hanno lottato e perso tanto. Contro le restrizioni, contro la burocrazia, contro la confusione, contro la paura e la sfiducia.

Tanti dei locali che amiamo, oggi che iniziamo a tornare ad una lenta, fragile normalità, non li ritroviamo più. Quella saracinesca è rimasta abbassata.

Per questo, forse, la foto di Carmine Santoro, ristoratore dell’Anabeco di Fisciano immortalato mentre serve ai tavoli all’aperto una pizza durante un acquazzone ci ha colpito tanto.

In uno scatto, diventato subito virale, ci è parso di vedere immortala la difficile condizione del settore food, ai tempi della pandemia.

Per questo ci ha fatto piacere ospitarlo da noi in Red, ritrovare quegli occhi vispi della foto, mentre ci ha raccontato questo lungo anno “che sembra non finire mai e con il freno a mano tirato. E’ così che non va la vita, non è solo il lavoro a risentirne”.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi