Agosto 7, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’accordo con Erdogan fa impazzire Stoccolma

“La Svezia non estrada automaticamente le persone in Turchia”. Lo ha confermato il primo ministro svedese, Magdalena Andersson, tramite la televisione pubblica SVT, in risposta ad Ankara, che chiedeva l’estradizione dell’imputato. “33 terroristi” Svezia e Finlandia come servizio danno il via libera al loro ingresso nella NATO.

Il 28 giugno, a margine del vertice Nato di Madrid, i vertici della diplomazia svedese, finlandese e turca hanno firmato un accordo per revocare il veto turco all’adesione dei due Paesi scandinavi alla Nato. Ma il giorno dopo questo accordo, Ankara ha chiesto alla sua controparte la voce del ministro della Giustizia Bekir Bozdag, dichiarando di voler “Chiedo alla Finlandia di estradare sei membri del PKK e un numero uguale di membri del VETO e alla Svezia di fare lo stesso con sei sostenitori del PKK e undici sostenitori del FETO”. Ankara considera il PKK un’organizzazione terroristica, così come FETO, acronimo del movimento del predicatore Fethullah Gülen, sospettato di essere l’istigatore del tentativo di colpo di stato del luglio 2016.

Per la Turchia, l’estradizione dei membri di entrambe le organizzazioni è esplicitamente menzionata nell’accordo di Madrid. “Se fanno i compiti, sottoporremo (il memorandum) al Parlamento”. Il presidente Erdogan ha detto giovedì sera per l’adozione. “Se così non fosse, non potremo inviarlo al Parlamento…” Dichiaro che la Svezia ha Ha promesso di consegnare 73 terroristi.. Stoccolma ha risposto osservando che le sue decisioni sull’estradizione sono soggette a giustizia “non dipende da”.

Per Magdalena Anderson, che c’è 100% dietro l’accordo di Madrid.Curdi, molti nel paese, “non c’è bisogno di avere paura”. “Capisco che alcune persone temono che inizieremo ad arrestare persone per la loro estradizione. Ma è importante sottolineare che rispetteremo sempre la legge svedese e le convenzioni internazionali in qualsiasi decisione e che non estradaremo mai cittadini svedesi”.

READ  Il sesto figlio muore in un incidente nel castello gonfiabile vario

forte critica

L’accordo ha suscitato aspre critiche da parte del Partito socialdemocratico al potere e dei suoi alleati in parlamento, del Partito della sinistra e del Partito dei Verdi. “Ci inchiniamo a un regime autoritario”La portavoce del Partito dei Verdi, Marta Stenevey. “Abbiamo fatto molto per Erdogan”Per l’ex ministro dello Sviluppo socialdemocratico, Pierre Schori. Seguendo le sue orme, Vildan Tanrikulu, ex presidente dell’Unione patriottica curda e membro del Partito socialdemocratico, lamenta che: La Svezia sta abbandonando i suoi valori democratici.. “Quello che Anderson ha firmato è inaccettabile”.Si ritiene che sia stato raggiunto da Ridvan Altun, un membro dell’organizzazione politica NCDK, una delle più grandi organizzazioni curde in Svezia. “Questo accordo solleva preoccupazioni tra i curdi”, Lo ha detto a Radio Echo, raccontando loro Sono preoccupati e delusi di essere ancora una volta vittime dell’accordo tra una dittatura e una democrazia..

Il regno scandinavo comprende circa 100.000 persone di origine curda, alcune delle quali sono nate in Svezia.

L’accordo ha sollevato riserve da parte di alcuni esperti in Svezia e Finlandia. Secondo Martin Scheinin, professore finlandese di diritto internazionale ed ex relatore speciale delle Nazioni Unite sui diritti umani e l’antiterrorismo, il documento è stato firmato a Madrid. ‘deve essere preso sul serio’considerandolo Un trattato statale giuridicamente vincolante. Si disse ‘particolarmente critico’nel quotidiano svedese le notizie di oggiper quanto riguarda il quinto punto dell’accordo. Svezia e Finlandia confermano di considerare il PKK un’organizzazione terroristica, come prima.ma il fatto che i due paesi “Rifiutare gli obiettivi di queste organizzazioni terroristiche è preoccupante”., lui pensa. L’obiettivo del PKK è avere un Kurdistan indipendente, come questa formula “Può anche includere individui e organizzazioni che desiderano raggiungere questo obiettivo con mezzi democratici”.

READ  L'OMS per una vaccinazione più mirata con l'aumento dei casi in Europa

Ove Bering, professore emerito di diritto internazionale all’Università di Stoccolma e allo Swedish National Defense College, è d’accordo L’accordo può essere interpretato in diversi modi.. “È un documento politico che non influirà sulla legge svedese e non credo che dovrebbe essere visto come un accordo giuridicamente vincolante”.

accordo vincolante o meno, “La Turchia ha ancora il potere di impedire l’adesione di Svezia e Finlandia”, Secondo Inger Österdahl, professore di diritto internazionale all’Università di Uppsala. In risposta, Primo Ministro “Non ha escluso nuovi problemi con la Turchia durante il processo di adesione” alla NATO.