Agosto 12, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“La variante Omicron continua a mietere vittime”

AA / Ginevra

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha avvertito che la variante “Omicron” del Coronavirus continua a mietere vittime, soprattutto nelle persone non vaccinate, sebbene sia meno virulenta del ceppo “Delta” finora considerato. .

Il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus e gli esperti dell’OMS hanno tenuto una conferenza stampa presso la sede dell’Agenzia mondiale della sanità delle Nazioni Unite a Ginevra, in Svizzera, mercoledì.

Ha sottolineato che l’Organizzazione mondiale della sanità ha ricevuto segnalazioni di oltre 15 milioni di persone infette da Covid-19 la scorsa settimana in tutto il mondo, un numero record dall’inizio dell’epidemia.

Il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus ha avvertito che “anche se è meno virulento del ceppo Delta che fino ad allora era considerato il più diffuso, la variante Omicron rimane un virus pericoloso”. Il Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità aggiunge: “Il pianeta registra quasi 50.000 decessi a settimana, e si tratta di decessi numerici molto alti (…) Imparare a convivere con questo virus non significa che possiamo, o dovremmo, accettare questo numero di morti”.

L’alto funzionario dell’OMS ha osservato che 90 paesi non riescono ancora a vaccinare il 40% della loro popolazione e 36 di loro hanno vaccinato meno del 10% della loro popolazione.

Ha sottolineato che “sarà difficile porre fine alla fase acuta dell’epidemia se non si colma il divario nella disuguaglianza nei vaccini”, rilevando che “l’Organizzazione mondiale della sanità si è posta l’obiettivo di vaccinare il 70% della popolazione di ciascun Paese a metà di quest’anno”.

Tedros Adhanom Ghebreyesus ha parlato in questa conferenza stampa anche del conflitto armato nella regione etiope del Tigray. “Secondo le informazioni che abbiamo ricevuto oggi da un medico che lavora nella zona, gli operatori sanitari non sono stati in grado di fornire medicinali dallo scorso giugno e hanno utilizzato medicinali scaduti dallo scorso giugno. Il mese di settembre 2021”, ha lamentato il capo dell’OMS.

READ  Inquinamento atmosferico dans les écoles de Seine-et-Marne : la santé des enfants en hazard

L’Organizzazione Mondiale della Sanità non è stata autorizzata a trasportare medicinali e attrezzature mediche nel Tigray da metà luglio 2021, nonostante le ripetute richieste delle autorità etiopi.

“È così spaventoso e inimmaginabile ai nostri giorni, nel ventesimo secolo, che il governo, per più di un anno, ha privato la sua gente dell’accesso a cibo, medicine, elettricità e tutto. Cosa serve per sopravvivere”, ha detto .

Da parte sua, Maria Van Kerkhove, direttore tecnico dell’Organizzazione mondiale della sanità per il Covid-19, ha dichiarato in un post sul suo account su “Twitter”, che la variante “Omicron” è stata osservata in più di 150 paesi. Tuttavia, a causa delle difficoltà che alcuni Paesi hanno nel riconoscerlo, è probabile che sia presente in tutti i Paesi”.

“Omicron non è un raffreddore o un’influenza. Il SARS-CoV-2 (Covid-19) non è stato ancora stabilito. L’epidemiologo ha insistito sul fatto che questo non è il momento di arrendersi.

* Tradotto dall’arabo da Majdi Ismail

Solo una parte dei dispacci, che Anadolu Agency pubblica ai propri abbonati tramite il Sistema di distribuzione interno (HAS), sono pubblicati sul sito web di AA, in modo sintetico. Contattaci per iscriverti.