Agosto 10, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La star di Chorizo ​​o Proxima? Come questo mondo ha ingannato gli utenti di Internet

Spazio – vegetariani, meglio astenersi. Dall’inizio di luglio, Telescopio spaziale James Webb Dalla NASA iniziò a inviare le sue prime immagini dai confini dell’universo. La prima immagine È stato presentato l’11 luglio da Joe Biden e presenta “l’ammasso di galassie SMACS 0723 come esisteva 4,6 miliardi di anni fa”.

cosa viaggiare nel tempo e nello spazio dal piccolo pianeta terra ma anche ‘nutrire’ e ‘mordere’ La curiosità di tutti di conoscere le ultime scoperte scientifiche. Anche se a volte significa farsi ingannare da pochi colori accesi e un contrasto ben regolato…

Ad ogni modo, questo è il trucco che il fisico gioca su molti netizen Etienne KleinDirettore della ricerca presso l’Autorità per l’energia atomica (CEA). Lo scienziato ha pubblicato sul suo account Twitter, domenica 31 luglio, una foto in cui mostra “l’immagine di Proxima Centauri, la stella più vicina al Sole, situata a 4,2 anni luce da noi”.

Specifica nel suo tweet che l’immagine è stata scattata dal James Webb Space Telescope e si meraviglia: “Questo livello di dettaglio… un nuovo mondo viene rivelato giorno dopo giorno”.

centauro importante

Un cliché in realtà è troppo “bello” per crederci, tranne forse l’aperitivo… Dopo aver conquistato un certo numero di netizen, Etienne Klein ha subito chiarito: non è affatto una questione di “foto” Da Proxima du Centaurema in realtà una semplice fetta di chorizo ​​su sfondo nero.

« Secondo la cosmologia contemporanea, nessun oggetto appartenente alla salumeria spagnola esiste da nessuna parte tranne che sulla Terra. Scrive prima di aggiungere: Mi sento in dovere di sottolineare che questo tweet che mostra un presunto scatto di Proxima Centauri era una forma di intrattenimento. Impariamo a diffidare tanto delle argomentazioni dell’autorità quanto della retorica spontanea di certe immagini… ».

chiamalo Le Mezze PosteEtienne Klein spiega che i suoi tweet erano soprattutto uno scopo educativo. ” Questa è la prima volta che faccio una battuta quando sono più su questa rete come figura di autorità accademica. La buona notizia è che alcuni hanno subito capito la truffa ma ci sono voluti anche due tweet per spiegarla. Mostra anche il fatto che in questo tipo di social network le fake news hanno sempre più successo delle vere notizie. Penso anche che se non dicessi che era una foto di James Webb non avrebbe molto successo. ‘, è il dettaglio.

Ad alcuni netizen è piaciuta la melodia, mentre altri non hanno esitato a migliorare la melodia, come puoi vedere di seguito con l’immagine molto chiara di un’oliva snocciolata.

Una ricerca inversa su Google mostra che l’immagine che presenta una fetta di chorizo ​​come un corpo celeste non è nuova e che è stata scattata privatamente nel 2018, questa volta presentata come eclissi lunare per esempio.

Per quanto riguarda la vera stella Proxima Centauri, che è una nana rossa, ecco come appare, come potete vedere nell’immagine qui sotto scattata dal telescopio Hubble, fornita dall’Osservatorio Europeo del Sud. Questa è la stella mostrata in basso a destra.

Un'immagine fornita dall'Osservatorio europeo meridionale il 24 agosto 2016, che combina una vista del cielo meridionale sopra il telescopio di 3,6 metri dell'ESO all'Osservatorio di La Silla in Cile con le immagini delle stelle Proxima Centauri (in basso a destra) e della doppia stella Alpha Centauri AB (in basso a destra) a sinistra dal telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA.  Proxima Centauri è la stella più vicina al Sistema Solare e orbita attorno al pianeta Proxima b, che è stato scoperto utilizzando lo strumento HARPS sul telescopio da 3,6 metri dell'ESO.  Gli scienziati hanno annunciato il 24 agosto 2016 la scoperta di un pianeta delle dimensioni della Terra in orbita attorno alla stella più vicina al nostro sole, aprendo le porte alla scintillante possibilità di un mondo abitabile che un giorno potrebbe essere esplorato dai robot.  Il pianeta, chiamato Proxima b, si trova nella regione a
Y. Beletsky (LCO) / ESO / ESA / NASA / M / AFP Un’immagine fornita dall’Osservatorio europeo meridionale il 24 agosto 2016, che combina una vista del cielo meridionale sopra il telescopio di 3,6 metri dell’ESO all’Osservatorio di La Silla in Cile con le immagini delle stelle Proxima Centauri (in basso a destra) e della doppia stella Alpha Centauri AB (in basso a destra) a sinistra dal telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA. Proxima Centauri è la stella più vicina al Sistema Solare e orbita attorno al pianeta Proxima b, che è stato scoperto utilizzando lo strumento HARPS sul telescopio da 3,6 metri dell’ESO. Gli scienziati hanno annunciato il 24 agosto 2016 la scoperta di un pianeta delle dimensioni della Terra in orbita attorno alla stella più vicina al nostro sole, aprendo le porte alla scintillante possibilità di un mondo abitabile che un giorno potrebbe essere esplorato dai robot. Il pianeta, chiamato Proxima b, si trova in una zona “temperata” compatibile con la presenza di acqua liquida, elemento essenziale per la vita. (Foto di Y. Beletsky (LCO) / ESO / ESA / NASA / M. Zamani / Osservatorio europeo meridionale / AFP)

Y. Beletsky (LCO) / ESO / ESA / NASA / M / AFP

Le immagini fornite dall’ESO mostrano un’immagine di Proxima Centauri (in basso a destra) e Alpha Centauri, in basso a sinistra, scattata dal telescopio Hubble.

Attenzione alle immagini troppo belle.

Tuttavia, il sarcasmo di Etienne Klein rimane utile in più di un modo. Con il lancio di James Webb, molti netizen improvvisano o fingono di essere specialisti dello spazio, pubblicando così informazioni o immagini false sui social network.

Ad esempio, un’immagine che mostra un “vuoto” nello spazio è circolata molto lunedì su Twitter. Il racconto che si presentava come famoso affermava che sarebbe stato necessario viaggiare per più di 750 milioni di anni prima che qualcosa vi attraversasse. L’immagine in questione è stata effettivamente mostrata Nube Molecolare di Barnard 68 Il suo gas ha la proprietà di assorbire quasi la luce emessa dalle stelle che lo circondano. Ciò che dà una falsa impressione del vuoto.

Per quanto riguarda il James Webb Space Telescope, se vuoi sapere tutto sulle prime immagini, Le Mezze Poste A luglio le è stato dedicato un articolo molto completo, disponibile di seguito.

Vedi anche su L’HuffPost: Non abbiamo mai visto un buco nero del genere prima d’ora

READ  en quoi consiste nel programma qui met en commun la santé humaine, animale, et les ecosystèmes ?