Ottobre 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La principessa Delphine ricorda la sua relazione con il re Alberto II, dicendo: “Non c’è risentimento. Mi manda dei fiori il giorno del mio compleanno”.

In questa intervista, la principessa Delphine ammette di aver appreso della sua relazione paterna con il re Alberto II solo quando aveva 17 anni. Prima di allora, pensava di essere la figlia di Juncker Jacques Boyle, un ricco industriale: “È stato un sollievo. Penso che tutti in Belgio conoscano il segreto, a parte me”, ha detto.

Tuttavia, aspetterà molto tempo prima di prendere provvedimenti affinché suo padre la riconosca. Delphine de Saxe-Coburg spiega di aver deciso che era giunto il momento, quando suo padre abdicò in favore del figlio Filippo: “In quel momento, mi sono detto soprattutto che non lo amavo e che avrei lottato per la vita. ” Ora io e i miei figli. il nostro futuro. Questa storia deve essere aperta”, ha detto.

Da allora il suo rapporto con Re Alberto è notevolmente migliorato: “Non c’era dubbio che fosse mio padre. Quando mi sono trovata vicino a lui, l’ho sentito. Era come se nulla fosse. Era davvero strano. Ha un meraviglioso senso dell’umorismo. Lui Un ragazzo molto simpatico, molto interessante. Viaggia molto. Ecco perché è così triste”, respira.

Da parte sua, la principessa Delphine ha dichiarato di non serbare rancore nei confronti del padre: “Non ci vediamo ogni cinque secondi ma lui mi manda dei fiori per il mio compleanno ecc. Queste sono piccole cose”, conclude.

READ  L'affaire Ari Abittan va-t-elle plomber le film? Christian Clavie reppon