Dicembre 8, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La NASA ha bisogno di te se vivi in ​​questa zona della Francia

Il 16 ottobre Sonda NASA “Lucy” È stato lanciato da terra. Poi prese la direzione degli asteroidi troiani, una regione del Sistema Solare vicina a Giove di cui sappiamo ancora poco. Scientificamente, lo studio di questi corpi celesti può darci alcune risposte su come è costruito il sistema solare.

Ma per completare la sua missione, la NASA ha bisogno di te. In un comunicato, ho chiesto a tutte le persone che vivono in questo diametro (vedi foto sopra) di prendere il loro telescopio e iniziare a cacciare le stelle. Come spiega l’astrofisico Eric Lagadec, sul suo account twitterIl compito è molto semplice.

Rappresentazione di Lucy Probe © NASA

L’obiettivo è puntare il suo telescopio astronomico verso Euribate. Alle quattro del mattino del 23 ottobre, l’asteroide passerà davanti a una stella, creando uno stato di mistero. Il fenomeno sarà molto veloce e non durerà più di 10 secondi. Bisognerebbe quindi essere collocati nel posto giusto per seguire il percorso fulmineo di questo corpo celeste dal diametro di una sessantina di chilometri.

Questa osservazione simultanea, effettuata dai quattro angoli del globo, dovrebbe consentire alla NASA di saperne di più su questo asteroide. Durante la sua missione, la sonda Lucy dovrebbe sorvolarla molto più vicino, nel 2027. Fino ad allora, l’agenzia spaziale statunitense sta cercando di raccogliere quante più informazioni possibili per rendere la missione il più ricca possibile.

Per tutte le persone che dispongono delle attrezzature per effettuare tale monitoraggio (es. un telescopio o una fotocamera digitale abbastanza potente), è possibile registrarsi direttamente sul sito Società francese di astronomia Per condividere le sue scoperte e aiutare la scienza.

READ  Contenimento: nessuna misura aggiuntiva di salute mentale per il Quebec | Corona virus

Tutti possono sviluppare la scienza

Negli ultimi anni ci sono state sempre più missioni di “scienza collettiva” in tutto il mondo. Se grandi osservatori come il VLT (Very Large Telescope) hanno sede in Cile, o addirittura Lou James Webb Strumenti insoliti, nulla sostituisce il proliferare di note.

Telescopio Hubble

Il telescopio Hubble, uno dei migliori strumenti a nostra disposizione per studiare il cielo © NASA

Compilando le prospettive, le agenzie spaziali possono quindi aggregare i dati e ottenere molte più informazioni su un fenomeno o un oggetto di quanto farebbero durante una singola osservazione. Implementando queste osservazioni multiple, agenzie come la NASA aumentano anche le loro possibilità di ottenere buoni risultati.

Se l’osservazione fosse stata effettuata da un solo punto in Francia, le condizioni meteorologiche imperfette avrebbero potuto ridurre a zero tutto il lavoro della NASA. Per non perdere questi utilissimi 10 secondi, l’agenzia spaziale statunitense ha bisogno che tu tenga d’occhio l’asteroide Eurybate.