Ottobre 5, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La morte di Gorbaciov: la reazione di Vladimir Putin

Le reazioni occidentali furono forti dopo la morte di Mikhail Gorbaciov, l’ultimo leader dell’URSS. L’emozione contrasta con la reazione del leader del Cremlino.

Tempo di lettura: 2 minuti

IlLa morte di Mikhail Gorbaciov, l’ultimo leader dell’URSS, avvenuta martedì sera, all’età di 91 anni, ha suscitato vibranti consensi in Occidente, dove il suo ruolo decisivo nel porre fine alla Guerra Fredda e la sua battaglia per la pace è stato elogiato soprattutto per sollievo. Sei mesi dopo l’invasione russa dell’Ucraina.

I sentimenti delle reazioni occidentali contrastano con la sobrietà del presidente russo Vladimir Putin, che ha espresso le sue “calde condoglianze” e che questa mattina ha inviato un telegramma di condoglianze alla famiglia e ai parenti dell’ex leader, secondo un portavoce del Cremlino.

Il presidente russo Vladimir Putin ha aggiunto che Mikhail Gorbaciov, secondo lui, “ha avuto una grande influenza sulla storia mondiale”. “Ha guidato il nostro Paese attraverso un periodo di cambiamenti complessi e drammatici, grande politica estera e sfide economiche e sociali”, ha detto in un telegramma di cordoglio.



Questi sproloqui illustrano il divario tra l’immagine di Gorbaciov in Occidente, dove è visto come un pacificatore globale, e l’immagine di Gorbaciov in Russia, dove la fine dell’Unione Sovietica rimane uno shock per molti.

READ  Nuova sparatoria in Oklahoma negli Stati Uniti: almeno 4 morti, il sospetto è morto