Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La guerra in Ucraina: mercoledì Vladimir Putin fisserà nuovi obiettivi

Lo ha annunciato il Cremlino, martedì, nel decimo mese dell’attacco di Mosca all’Ucraina.

Tempo di lettura: 2 minuti

ilIl Cremlino ha annunciato martedì che il presidente russo Vladimir Putin fisserà gli obiettivi del suo esercito per il 2023 durante un incontro con alti funzionari militari, mercoledì, nel decimo mese dell’attacco di Mosca all’Ucraina.

Vladimir Putin terrà una riunione allargata del Ministero della Difesa russo (…). Il Cremlino ha dichiarato in una dichiarazione che i risultati delle attività delle forze armate russe nel 2022 saranno riassunti e saranno fissati i compiti per il prossimo anno.


Leggi anche
La guerra in Ucraina: tre morti in un’esplosione in un gasdotto collegato all’Europa

Il Cremlino ha aggiunto che il ministro della Difesa russo, Sergei Shoigu, prenderà parte a questo incontro in particolare per “riferire sull’andamento dell’operazione militare speciale” in Ucraina e sulla consegna di armi alle forze armate. Circa 15.000 ufficiali dell’esercito russo parteciperanno a questo evento tramite collegamento video, secondo la stessa fonte.

“molto difficile”

Questo incontro avrà luogo quando Putin ha ceduto quest’anno all’organizzazione della sua tradizionale conferenza stampa di fine anno, che fino ad allora si era tenuta ogni anno dal 2001.

La Russia, che ha lanciato un grave attacco contro il suo vicino ucraino a febbraio, ha subito gravi battute d’arresto militari negli ultimi mesi, costringendola a ritirarsi dalla regione di Kharkiv nel nord-est dell’Ucraina e dalla città di Kherson nel sud.

Vladimir Putin ha ammesso martedì che la situazione è “molto difficile” in quattro regioni dell’Ucraina meridionale e orientale che Mosca sostiene di annettere senza occupare completamente.

L’anno passato è stato segnato anche dalla mobilitazione di 300.000 riservisti russi nell’esercito, un processo spesso segnato da abusi ed errori ammessi anche dal Cremlino che ha mandato migliaia di uomini in esilio all’estero.

READ  Guerre en Ucraina: pourquoi l'Otan n'interviendra pas