Agosto 10, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La guerra in Ucraina: ‘La società russa rimarrà distrutta per generazioni’

L’atleta ucraina Yaroslava Mahochich, autrice della performance mondiale di quest’anno nel salto in alto (2,03 m), mercoledì ha detto a Eugene che gli “assassini” russi non hanno posto ai campionati mondiali di atletica leggera che iniziano venerdì in Oregon.

La 20enne, che ha vinto la medaglia d’oro ai Mondiali indoor di Belgrado a marzo, ha menzionato in particolare il caso della sua rivale ed ex amica russa, campionessa del mondo e campionessa olimpica Maria Lasitskene, che non ci sarebbe riuscita. Non allineato con Eugene – IAAF dopo aver seguito la raccomandazione del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) di bandire gli atleti russi e bielorussi dalle sue competizioni dopo l’invasione dell’Ucraina.

Maria Lasitskene (a sinistra) e Yaroslava Moczyk non si parlano più.

Maria Lasitskene (a sinistra) e Yaroslava Moczyk non si parlano più.

Agenzia di stampa francese

“Prima del 24 febbraio (la data di inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, ndr), avevamo buoni rapporti, ci siamo parlati”, ha detto Mahochich ai giornalisti a proposito di Lasitskene. “Ma quel giorno ha cambiato tutto perché lei (Lasitskene) non ha mai scritto ai nostri atleti. Poi ha scritto a Thomas Bach (presidente del CIO, ndr) per poter competere”.

Jaroslava Mahochic si è recata in un mondo interiore a Belgrado a marzo, scappando dalla sua città natale di Dnepr, nell’Ucraina orientale, con la sua auto. Mercoledì, ha detto che è stata un’esperienza vissuta in uno stato di “panico totale”. “Tre giorni in macchina, i tre giorni più lunghi della mia vita.” Mahochich è stato medaglia di bronzo alle recenti Olimpiadi di Tokyo e medaglia d’argento al World Open 2019 di Doha, dove Lasitskene ha vinto due competizioni.

READ  Valérie Pécresse relance son appel aux dons : "La démocratie a un coût"