Agosto 10, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La guerra in Ucraina: la Russia vuole annettere il territorio

La Commissione europea ha offerto agli Stati membri di rilasciare “certi soldi” dalle banche russe congelate sotto le sanzioni dell’UE per aiutare a riavviare il commercio di prodotti agricoli e alimentari, inclusi grano e fertilizzanti, secondo un documento visto dall’AFP martedì.

Un diplomatico europeo ha detto all’Afp, in condizione di anonimato, che l’Ue “vuole mettere in chiaro che non c’è nulla nelle sanzioni per impedire il trasferimento di grano dalla Russia o dall’Ucraina”. Gli europei sono sotto pressione dai loro partner africani, che importavano più della metà del loro grano dall’Ucraina o dalla Russia prima del conflitto scatenato dal Cremlino.

“Le autorità competenti di uno Stato membro possono autorizzare lo svincolo di alcuni fondi congelati o risorse economiche di proprietà di banche (…) dopo aver accertato che tali fondi o risorse economiche sono necessari per l’acquisto, l’importazione o il trasporto di prodotti agroalimentari prodotti, tra cui frumento e fertilizzanti.” , definisce la proposta agli Stati membri.

Sette banche russe – Bank Rossiya, Promsvyaebank, VEB-RF (o Vnesheconombank; VEB), Otkritie FC Bank (ex NOMOS Bank), Novikombank, Sovcombank (ex Buycombank) e VTB Bank – sono interessate da questa eccezione.

L’oggetto è stato presentato agli ambasciatori dei paesi dell’Unione Europea a Bruxelles e, in caso di accettazione, mercoledì sarà organizzata dalle capitali una procedura scritta per verificarne l’autenticità affinché la procedura sia pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea giovedì, ha spiegato un diplomatico all’AFP.

READ  En direct à la télévision, Vladimir Poutine attaque les Russes vivant en Occident: "De la racaille et des traîtres"