Febbraio 8, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La guerra in Ucraina: Kiev si aggrappa al destino della battaglia di Solidar

È scoppiata una guerra mediatica sulla sorte di Soledar nei pressi di Bakhmut nel Donbass, assediata brutalmente e sanguinosamente dalla milizia russa Wagner, che, nel tardo pomeriggio di mercoledì, ha affermato di aver preso la città. Il quartier generale dell’esercito russo dice che non è ancora finito e chiede di aspettare mentre gli ucraini dicono che stanno ancora combattendo lì.


Articolo riservato agli abbonati

Tempo di lettura: 3 minuti

ilLe forze russe sono sul punto di ottenere la loro prima vittoria militare nel Donbass, dopo una serie di disastri nelle regioni di Kharkiv e Kherson? Quel che è certo è che per la prima volta dall’inizio dell’estate le forze russe, in questo caso i paramilitari Wagner, sono in posizione di forza a Solidar, un paesino che prima della guerra contava 10.000 abitanti. Dieci chilometri a nord dell’agglomerato di Bakhmut, conteso ferocemente dai belligeranti per sei mesi.

Martedì, Yevgeny Prigozhin, il potente leader del gruppo Wagner, ha dichiarato che le sue forze controllano la stragrande maggioranza di Solidar, sede della più grande miniera di sale dell’Ucraina.


Questo articolo è riservato agli abbonati

Con questa offerta, goditi quanto segue:
  • Accesso illimitato a tutti gli articoli, file e rapporti della redazione
  • Il giornale in versione digitale
  • Lettura confortevole con annunci limitati

READ  Francia: verso nuove misure per fronteggiare la quinta ondata di Covid?