Settembre 28, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La guerra in Ucraina: Kiev dichiara nuove vittorie e critica “l’atto di disperazione” dei russi

L’esercito ucraino ha affermato che “la liberazione delle località dagli invasori russi continua nelle regioni di Kharkiv e Donetsk” (est).

Ha aggiunto che le sue forze lungo l’intera linea del fronte “sono riuscite a rimuovere il nemico da più di 20 posizioni” entro 24 ore, sottolineando che “le forze russe abbandonano frettolosamente le loro posizioni e fuggono”.

E domenica sera, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha già annunciato che Izyum (Est) è stata “liberata” nell’ambito di questa controffensiva, che si è svolta per diversi giorni.

Secondo esperti militari, la perdita di questa città strategica potrebbe seriamente entrare in conflitto con le ambizioni militari di Mosca nell’Ucraina orientale.

Questa svolta ravviva le speranze di Kiev di un deciso capovolgimento della situazione dopo un lungo periodo in cui il fronte sembrava congelato.

Lunedì, le autorità di occupazione filo-russe nella regione di Kharkiv hanno dichiarato di essersi trasferite nella regione russa di Belgorod vicino al confine, apparentemente per aiutare a far fronte all’afflusso di rifugiati, secondo le agenzie russe.

Ma lunedì Mosca, riconoscendo la perdita del proprio territorio, ha ripreso la sua retorica offensiva per annunciare il bombardamento delle aree riconquistate dall’Ucraina nella regione di Kharkiv, nei settori di Kobyansk e Izyum.

L’offensiva russa iniziata lo scorso febbraio proseguirà “finché gli obiettivi non saranno raggiunti”, colpendo il Cremlino.

Il portavoce presidenziale russo Dmitry Peskov ha aggiunto che “al momento non vi è alcuna possibilità di negoziati” tra Mosca e Kiev.

‘atto di disperazione’

L’Ucraina afferma di aver recuperato circa 3.000 chilometri quadrati del suo territorio, principalmente nella regione di Kharkiv, dall’inizio di settembre.

READ  L'uomo che ha partecipato alla parata natalizia americana è stato accusato di cinque omicidi

L’esercito ucraino ha inizialmente annunciato un contrattacco nel sud, prima di compiere fulmini nella regione di Kharkiv la scorsa settimana.

L’esercito ucraino ha anche annunciato domenica, nel sud, nella regione di Kherson, che “gli occupanti si sono anche ritirati dalle loro posizioni in diverse località”.

Anche diverse regioni dell’est, del nord, del sud e del centro del paese hanno subito gravi blackout domenica sera, che la città di Kiev ha attribuito agli scioperi russi. Vicino a Kharkiv, la centrale termica n. 5, la seconda del Paese, è stata danneggiata, secondo la presidenza.

Tuttavia, l’energia è stata rapidamente ripristinata in alcune delle aree colpite. A Kharkiv, “l’80%” della fornitura di elettricità e acqua è stato ripristinato, ha affermato lunedì mattina su Telegram il vicepresidente della presidenza Kirilho Tymoshenko.

Il portavoce del ministero degli Esteri ucraino Oleg Nikolenko ha descritto gli attacchi come un “atto di disperazione” delle forze russe di fronte alle loro battute d’arresto.

“colpa”

A Ginevra, l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani ha alzato la voce lunedì contro le autorità russe, accusandole di “intimidazione” e “censura” nei confronti degli oppositori della guerra in Russia.

L’Alto Commissario ad interim, Nada Al-Nashif, ha affermato durante il suo discorso di apertura alla 51a sessione del Consiglio per i diritti umani.

In particolare, ha deplorato “la pressione esercitata sui giornalisti, il trattenimento di risorse online e altre forme di censura”.

La guerra in Ucraina sarà discussa più volte durante la sessione del Consiglio di un mese.

Resta allarmante anche la situazione della centrale nucleare ucraina di Zaporizhia (sud), dove tutti i reattori sono ora chiusi.

READ  Ucraina: Macron dénonce les critiques "scandaleuses" du Premier ministre polonais

Il presidente russo Vladimir Putin, in un’intervista telefonica domenica con il suo omologo francese Emmanuel Macron, ha avvertito delle “gravi conseguenze” che i “regolari attacchi ucraini” potrebbero avere su questo complesso “compreso il deposito di scorie radioattive”.

Macron ha risposto che “l’occupazione russa” era la “ragione dei rischi” che gravano sulla più grande centrale nucleare d’Europa e ha chiesto alla Russia di ritirare tutte le sue armi.

In termini economici, le ripercussioni del conflitto in Ucraina – inflazione, carenza di gas, ecc. – dovrebbero contribuire alla “stagnazione invernale” della Germania ea un calo dello 0,3% del PIL del Paese. La Germania prevedeva nel 2023, secondo uno studio dell’Istituto Ifo.

Lunedì le Nazioni Unite hanno anche invitato l’Unione Europea a evitare di ricorrere ai combustibili fossili di fronte alla crisi energetica causata dall’invasione russa dell’Ucraina, denunciando qualsiasi “ritirata” che vada contro gli interessi climatici.