Maggio 21, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La “grande tempesta” invernale colpisce gli Stati Uniti orientali: milioni di americani cercano riparo

Milioni di americani si sono rifugiati domenica a causa di una “grande tempesta invernale”, secondo i servizi meteorologici, che ha colpito gli Stati Uniti orientali con la sua quota di neve e ghiaccio, interrompendo l’elettricità per almeno 235.000 persone. In serata è prevista la parte più pesante del temporale. Il National Weather Service (NWS) ha avvertito che “una forte tempesta invernale colpirà gli Stati Uniti orientali tra domenica e lunedì”, rilevando che fino a 30 cm di neve potrebbero coprire un’area che si estende dal Tennessee e dalla Georgia, nel sud-est, nel Vermont e nello stato New York nel nord-est è accompagnato da forti venti e pioggia gelata.

Il NWS ha avvertito che i venti potrebbero raggiungere la forza degli uragani sulla costa atlantica.

Il trasferimento è già gravemente disabilitato. Migliaia di voli sono stati cancellati e parte dell’autostrada I95 della Carolina del Nord è stata chiusa.

Gli automobilisti sono stati avvertiti di “condizioni stradali pericolose” e di traffico intenso dall’Arkansas (sud) al Maine (nordest).

Circa 2.900 voli nazionali o internazionali sono stati cancellati a metà pomeriggio di domenica, secondo il sito web FlightAware, e circa 2.400 voli sono stati ritardati.

Secondo PowerOutage.us, circa 235.000 persone nel sud-est non hanno elettricità, di cui oltre 150mila nelle Carolina.

I media statunitensi hanno riferito che la situazione di allerta invernale colpisce più di 80 milioni di persone.

L’NWS stima che la tempesta dovrebbe raggiungere il Canada orientale martedì.

READ  Emmanuel Andre sul nuovo sostituto: "Daremo un'occhiata più da vicino in Belgio"