Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Générale, un luogo unico che unisce salute, prevenzione e benessere, aprirà le sue porte nel 2023

Proprio di fronte, all’incrocio con Vicolo Muisca, è in costruzione un edificio di 300 mq. Sulla parete d’ingresso…

Proprio di fronte, all’incrocio con Vicolo Muisca, è in costruzione un edificio di 300 mq. Sulla parete d’ingresso, un cartello dice: “Qui presto Il generale Quitterie Cazaubiel segue con attenzione l’andamento dei lavori Ingegnere in ingegneria di processo e ambientale, dopo dieci anni di esperienza nella gestione di siti industriali, ha messo le sue competenze al servizio del progetto di cui è uno dei pilastri.

Nasce nel 2019 nella mente di due suoi amici, Marco e Thomas, entrambi futuri medici. “Stavano pensando al loro futuro e non volevano stabilirsi in uno studio medico tradizionale”, spiega il giovane ingegnere. Hanno immaginato un luogo che fosse anche spazio di prevenzione e creatività, con una caffetteria collaborativa, dove i visitatori sono soddisfatti. È un’altra visione della medicina, che dà un posto importante alla prevenzione e vuole promuovere il benessere. »

Questi futuri medici si sono resi conto che da soli non sarebbero stati in grado di rovinare la pratica della medicina cittadina così com’è, tra l’accoglienza dei pazienti in uno studio medico, il pagamento del servizio e lo svolgimento di compiti amministrativi. D’altra parte, nulla ha ostacolato l’idea di un luogo aperto ad altre attività che contribuiscono in un modo o nell’altro alla salute, come il cibo, lo sport e l’ambiente sociale.

Si è allenato al terzo posto

“La prevenzione fa parte del ruolo del medico”, afferma Vincent. Era anche uno studente di medicina ed è stato anche coinvolto nel progetto La Générale. Tanto più che si tratta di un trattato di arte e salute, dal punto di vista della prevenzione dell’esposizione precoce agli schermi nei bambini. La Générale, la cui apertura è prevista per il primo trimestre del 2023, dovrebbe fornirgli uno spazio di ricerca. Per questo, agli artisti è stato chiesto di creare opere su questo argomento. In futuro dovrebbe essere offerto nelle aree di attesa e di intrattenimento al terzo posto.

READ  Linda de Souza è in condizioni critiche: disturbi mentali, deliri... I medici sono preoccupati

Associazione Orvo Per fungere da supporto legale per l’intero progetto. Il Consiglio regionale e il Conglomerato dei Paesi Baschi sono stati tra le istituzioni e le organizzazioni finanziarie che hanno sostenuto questa iniziativa finora senza precedenti.

Prima di realizzare la loro idea iniziale, i promotori si sono rivolti a questo progetto per seguire un corso di formazione nella cooperativa Terzi posti, a Begles. “Ci ha aiutato a organizzare il nostro progetto”, afferma Quitterie Cazaubiel. La squadra de La Générale si è recata anche a Metz, il 18 ottobre, per partecipare al primo incontro nazionale dei centri terzi, denominato “Faire Tiers-Lieux”, per co-ospitare una tavola rotonda dal titolo “Fiera terzi posti su salute e medicina- sociale”. Un’occasione per confrontare il progetto Angloy con quello che si fa altrove.

Sport e tempo libero

Lo studio di architettura Avatar, adiacente al sito futuristico, ha prestato le proprie competenze per studiare il flusso tra i diversi spazi che formerebbero La Générale. L’edificio avrà due ingressi separati, per chi verrà per una consultazione e per i visitatori che verranno a partecipare alle attività proposte, o semplicemente prendere un caffè e visitare le mostre.

La sala è dedicata ad attività sportive leggere e per il tempo libero, con relatori esterni, associazioni o educatori sportivi. “Offriremo anche sessioni introduttive su semplici misure preventive”, aggiunge Vincent. Come, ad esempio, come lavare correttamente il naso di un bambino. »