Novembre 28, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Federal Aviation Administration (FEB) chiede un tocco sull’indicizzazione automatica dei salari

Peter Timmermans “Suona l’allarme”: la crescita è a metà strada, il costo del lavoro è in aumento e la competitività delle nostre aziende è a rischio. Il presidente della Confederazione belga delle imprese offre “una consultazione che coinvolge datori di lavoro, sindacati e governo” per affrontare la questione.

IlLa Confederazione belga delle imprese ha lanciato un “grido d’allarme”: l’impatto della guerra in Ucraina è un grave deterioramento della situazione economica: la crescita non segue più, gli investimenti delle imprese in calo, anche le esportazioni e la competitività della nostra economia in generale è a rischio … Peter Timmermans, CEO, Edward Rosens , il capo economista, mercoledì mattina non ha battuto ciglio, mentre hanno parlato alla sede dell’EO: Devi toccare il dito indice. Il meccanismo è diventato economicamente “insopportabile” da ascoltare. “Stiamo andando dritti verso il muro”, avverte Peter Timmermans.

L’ultima previsione dell’Ufficio di pianificazione è che quest’anno in Belgio avremo sei indicatori salariali. È un dramma della nostra competitività. In Belgio i costi salariali sono in aumento, sono molto deboli e non possiamo restare senza una reazione. Lo stesso spiega: “Possiamo raggiungere livelli di inflazione del 10%-15% in autunno. Francamente, entreremo quindi in recessione se la situazione non cambia, se l’indice automatico dei salari viene mantenuto così com’è”.

Peter Timmermans chiede una “tripla consultazione” che coinvolga datori di lavoro, sindacati e autorità politiche “per trovare soluzioni volte ad alleviare la crisi della competitività”. Fa appello ai sindacati perché “riconosciscano la gravità della situazione”. L’obiettivo, afferma, è “trovare una distribuzione più equa dei costi derivanti dalla crisi”. A tal fine, il capo dei datori di lavoro propone, oltre a lavorare sui prezzi dell’energia, in particolare di “ridurre temporaneamente l’effetto dell’indicizzazione salariale automatica”. Ci sono diversi modi possibili per farlo. Questo: il rinvio della fascia del 2,5% al ​​prossimo anno, alla luce dell’andamento salariale nei paesi vicini, il tutto accompagnato da un taglio delle tasse sui bassi salari. Oppure: “Indice dei salari in percentuale fino a un certo livello salariale e applicazione di un indice fisso al di sopra di tale livello. Infine: “Rafforzando la massa dell’indice, ad esempio per allineare il secondo pilastro. »

READ  Stampa di documenti elettronici in modo da poterli scansionare nuovamente: Onim in Absurdity

Timmermans critica gli esperti

Peter Timmermans: “Cambiamo il nostro sistema di formazione dei salari. Se non agiamo ora, dovremo fare un salto nell’indice nel 2024, sarà inevitabile. Non voglio arrivare a questo. Da qui il riforme dei meccanismi che propongo oggi. Dovremmo assolutamente agire ora.

Peter Timmermans annota nel recente passaggio delle proposte di sostegno al potere d’acquisto che un gruppo di esperti ha presentato al governo: “La relazione degli esperti dedica tre pagine alla gravità della situazione economica e tutto il resto a potenziali nuove spese! È incredibile Gli imprenditori non capiscono.