Dicembre 8, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Corea del Nord promette una risposta “travolgente” alle esercitazioni USA-Corea del Sud

Questo nuovo avvertimento di Pyongyang arriva in risposta all’esercitazione “Storm Vigilance”, la più grande esercitazione aerea congiunta mai condotta da Seoul e Washington.

Lo stato maggiore dell’KPA ha dichiarato in una dichiarazione che l’KPA “continuerà a rispondere a tutte le esercitazioni di guerra anti-RPDC con azioni militari sostenute, risolute e pratiche”. Usando l’abbreviazione del nome ufficiale della Corea del Nord, ha riferito l’agenzia di stampa centrale coreana ufficiale.

In particolare, ha notato di aver sparato missili balistici tattici che simulavano attacchi a basi aeree e addestrati per abbattere gli aerei nemici.

Ha affermato che un missile balistico è stato lanciato per testare una “testata funzionale speciale che paralizza il sistema di comando operativo del nemico”, senza fornire ulteriori dettagli su quest’arma.

Secondo l’agenzia di stampa centrale coreana, l’aeronautica nordcoreana ha anche effettuato una “operazione di uscita dal combattimento su larga scala”, che ha coinvolto 500 aerei. Questa mobilitazione ha spinto il sud a schierare aerei da combattimento venerdì.



<p> Le immagini rilasciate dall’agenzia di stampa ufficiale della Corea del Nord e scattate tra il 2 e il 5 novembre mostrano test missilistici in località non specificate della Corea del Nord. </ p>” width=”768″ height=”512″ loading=”lazy” src=”data:image/png;base64,iVBORw0KGgoAAAANSUhEUgAAAAMAAAACCAYAAACddGYaAAAAAC0lEQVQI12NgwAUAABoAASRETuUAAAAAASSUVORK5CYIIC5=”https://www.vc.i. filtri:focal(379×261:389×251)/cloudfront -eu-central-1.images.arcpublishing.com/ipmgroup/HZIGFRNMGJBENDQMLKGG6TEELI.jpg 768w” dimensioni=” (-webkit-min-device-pixel-ratio: 2) 50vw, (risoluzione minima: 192dpi) 50vw, (min -risoluzione: 2dppx) 50vw, (-webkit-min-device-pixel-ratio: 3) 33.33vw, (risoluzione minima: 288dpi) 33.33vw, (risoluzione minima: 3dppx) 33.33vw, (larghezza massima: 480px ) 480px, (larghezza massima: 768px) 768px, (larghezza minima: 769px) 1200px, 100vw “/></div>
</div>
</figure>
</div>
<p class=Il filmato delle operazioni militari della Corea del Nord, diffuso lunedì dall’agenzia di stampa centrale coreana, ha mostrato il lancio di missili da varie località sconosciute, compresi i lanciatori mobili.

Durante la “tempesta del risveglio”, la Corea del Nord ha lanciato in mare dozzine di missili balistici, uno dei quali è atterrato vicino alle sue acque territoriali meridionali. Il presidente sudcoreano Yoon Seok-yeol ha denunciato “l’effettiva invasione del territorio”.

“eccitazione”

La dichiarazione nordcoreana ha aggiunto che questi test missilistici, accompagnati da bombardamenti di artiglieria, sono stati una “risposta chiara” alle esercitazioni congiunte tra Stati Uniti e Corea del Sud. Lo stato maggiore ha descritto la “tempesta del risveglio” come “una provocazione volta ad aumentare deliberatamente la tensione nella regione”.

La dichiarazione minaccia inoltre che “più a lungo continueranno le provocazioni militari del nemico, più accuratamente e duramente l’KPA li affronterà”.



<p> Le immagini rilasciate dall’agenzia di stampa ufficiale della Corea del Nord e scattate tra il 2 e il 5 novembre mostrano test missilistici in località non specificate della Corea del Nord. </ p>” width=”768″ height=”512″ loading=”lazy” src=”data:image/png;base64,iVBORw0KGgoAAAANSUhEUgAAAAMAAAACCAYAAACddGYaAAAAC0lEQVQI12NgwAUAABoAASRETuUAAAAAASUVOVORK5CYIIWPx6HXOrex6hPxAxAQIs filters:focal(379×261:389×251)/cloudfront-eu-central-1.images.arcpublishing.com /ipmgroup/UGBEO3R4YZGQNETMIHFOCLC4LE.jpg 768w” dimensioni=” (-webkit-min-device-pixel-ratio: 2) 50vw, (risoluzione minima: 192dpi) 50vw, (risoluzione minima: 2dppx) 50vw, (-webkit-min -device-pixel-ratio: 3) 33.33vw, (risoluzione minima: 288dpi) 33.33vw, (risoluzione minima: 3dppx) 33.33vw, (larghezza massima: 480px) 480px, (larghezza massima: 768px) 768px, (larghezza minima: 769px) 1200px, 100vw “/></div>
</div>
</figure>
</div>
<p class=Centinaia di aerei da guerra statunitensi e sudcoreani, inclusi potenti bombardieri pesanti B-1B, hanno preso parte all’esercitazione “Wake Up” dal 31 ottobre al 5 novembre. Questa è stata la prima volta che i B-1B hanno visitato la penisola coreana da dicembre 2017.

Secondo lo stato maggiore sudcoreano, le esercitazioni miravano a dimostrare “la capacità e la volontà di rispondere con fermezza a qualsiasi provocazione della Corea del Nord”.

Le esercitazioni Usa-Sudcoreane hanno sempre suscitato forti reazioni dalla Corea del Nord, che le vede come prove per un’invasione del proprio territorio o come tentativo di rovesciare il proprio regime.



<p> Le immagini rilasciate dall’agenzia di stampa ufficiale della Corea del Nord e scattate tra il 2 e il 5 novembre mostrano test missilistici in località non specificate della Corea del Nord. </ p>” width=”768″ height=”512″ loading=”lazy” src=”data:image/png;base64,iVBORw0KGgoAAAANSUhEUgAAAAMAAAACCAYAAACddGYaAAAAC0lEQVQI12NgwAUAABoAASRETuUAAAAAASUVORK5CYIIDMZ7c5Uqrez/www.sq5uqs5cYaZZZZZZZZZZZZZZZZZZ filters:focal(379×261:389×251)/cloudfront-eu-central-1.images .arcpublishing.com/ipmgroup/OJC2CFKVSRCHTFZUAWI5GO5RLE.jpg 768w” dimensioni=” (-webkit-min-device-pixel-ratio: 2) 50vw, (risoluzione minima: 192dpi) 50vw, (risoluzione minima: 2dppx) 50vw, ( -webkit-min-device-pixel-ratio: 3) 33.33vw, (risoluzione minima: 288dpi) 33.33vw, (risoluzione minima: 3dppx) 33.33vw, (larghezza massima: 480px) 480px, (larghezza massima: 768px) 768px, (larghezza minima: 769px) 1200px, 100vw “/></div>
</div>
</figure>
</div>
<p class=Gli analisti hanno affermato che le manovre aeree sono di particolare preoccupazione per Pyongyang, poiché la sua forza aerea è uno dei punti più deboli delle sue forze armate e manca sia di aerei tecnicamente avanzati che di piloti esperti.

Cheong Seong Chang, ricercatore del Sejong Institute, ha affermato che i dettagli delle operazioni della Corea del Nord della scorsa settimana indicano l’importanza che attribuisce alla distruzione delle basi aeree meridionali.

“La Corea del Nord considera importante colpire e neutralizzare prima le basi aeree perché la sua forza aerea è debole”, ha detto all’AFP.

Già a settembre la Corea del Nord ha rivisto la sua dottrina nucleare per permettersi di effettuare attacchi preventivi in ​​caso di minaccia esistenziale contro il regime di Kim Jong Un.

La nuova dottrina afferma che se il “sistema di comando e controllo” nucleare della Corea del Nord è “a rischio di attacco da parte di forze ostili, un attacco nucleare verrà lanciato automaticamente e immediatamente”.

La Corea del Sud ha lanciato lunedì le sue esercitazioni militari annuali simulate al computer denominate “Taeguk”, che mirano a migliorare la sua capacità di rispondere a varie minacce nordcoreane, ha riferito l’agenzia di stampa Yonhap della Corea del Sud.

Seoul e Washington si aspettano che Pyongyang conduca presto un test nucleare, che sarà il settimo nella sua storia e il primo dal 2017.

READ  Un giovane immigrato siriano trovato morto al confine tra Polonia e Bielorussia