Agosto 8, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La 64esima Nice Christmas Recotta è stata vinta dalla squadra italiana dopo sette gare

Fuori dalla Promenade des Anglais, una recotta di tre giorni del Club Nautico di Nizza ha visto vincere la squadra italiana. Il processo si è concluso venerdì mattina oggi.

La 64a edizione è in programma dal 28 al 30 dicembre Simpatica Recotta di Natale – Trofeo Jack Pussagour Si è conclusa questa mattina, venerdì 30 dicembre.

Questa Star Sailing Recota fa parte del campionato francese 2021. Si è conclusa con il dominio del capitano italiano Diego Negri e del suo compagno di squadra Sergio Lampertengui.

Il capitano faceva già parte della squadra campione del mondo di Star lo scorso settembre a Kiel, in Germania. Diego Negri ha rappresentato l’Italia alle Olimpiadi estive del 2000 a Sydney. Solo due giorni dopo la regata, nonostante il vento leggero, che ieri ha condotto i dibattiti in 5 giorni.

Per l’ultima regata di oggi, venerdì mattina, il vento ha soffiato a due piccoli nodi. Condizioni che non hanno impedito al capitano vincitore di godersi questa tre giorni di gara, ha dovuto affrontare una vera opposizione dell’altra squadra.

“Durante la settimana, durante le registrazioni, ci sono stati molti cambiamenti nelle posizioni. Ci siamo divertiti”. ha detto con un sorriso Diego Negri, al microfono di France 3 C டிte d’Azur.

Dopo queste gare, il duo italiano, capitanato da Negri, è davanti alla squadra svizzera di Pete Eckert e Frederico Melo, e un altro tandem di trasferimento al terzo posto è composto da Giovanni Coppo e Giovanni Bratani.

25 squadre all’inizio

La Nice Christmas Regatta 32 doveva portare un equipaggio pre-iscritto, ma per motivi di salute solo 25 di loro sono rimasti al porto di Nizza prima degli eventi del 27 dicembre.

READ  Guerra in Ucraina: Mosca considera “serio” il piano di pace italiano

La “stella” dei mari

Barche Star Regatta di questo tipo sono in mare da centinaia di anni. Estremamente manovrabili in mare, pesano meno di 7 metri per un peso complessivo di – pianura – 671 chilogrammi. Le loro vele, che un tempo coprivano una superficie di 26 metri quadrati, donano a queste barche un aspetto particolare, dove la crosta sembra sprofondare sott’acqua.

In Francia, pochissimi bacini attivi consentono la navigazione in questa stella, molto più familiare con acqua dolce e superfici chiuse. Nella regione di Parigi ce ne sono alcune sul lago di Annecy e Nizza è uno dei rari “spot” che consentono questo tipo di competizione.