Attualità EVIDENZA

Kickass Torrent oscurato, operazione antipirateria negli States

Lotta alla pirateria e al riciclaggio di denaro. Le autorità americane bloccano il download di file torrent.

 

Nei guai il gestore di Kickass Torrent

Il presunto proprietario di Kickass Torrent (KAT per gli affezionati), il più grande portale di servizio torrent, è stato arrestato ieri al culmine di un’intensa attività di indagine condotta dal Dipartimento di Giustizia americano. Si tratta di Artem Vaulin, 30 anni, ucraino residente a Kharkiv: l’uomo, già precedentemente arrestato in Polonia per accuse analoghe (riciclaggio e violazione del copyright), dovrà ora rispondere per la diffusione di film, musica e altri materiali multimediali coperti da copyright per un valore complessivo di almeno 1 miliardo di dollari.

 

Il 69° sito più popolare al mondo

Secondo l’accusa Vaulin sarebbe a capo della gestione di Kickass Torrent specializzato nella distribuzione illegale di contenuti protetti da copyright. È interessante notare che, nella lista dei 100 siti web più cliccati, Kickass Torrents figura al 69esimo posto con numeri di utenti record. Basti pensare che appena due giorni dopo l’uscita ufficiale nelle sale di film come “Capitan America: Civil War” e “Finding Dory” erano già disponibili sul sito i file per il download pirata.

Come noto, Kat è un sito web che distribuisce non solo film, musica e applicazioni per cellulare, ma anche episodi di serie tv, videogiochi e libri tanto da aver lasciato indietro anche il concorrente Pirate Bay e altri portali analoghi, diventando il punto di riferimento per il download di contenuti pirata. Per tenersi lontano da azioni legali e non incappare nelle maglie della giustizia, Vaulin faceva utilizzo di server allocati in diversi paesi del mondo e spostava regolarmente il dominio del sito per evitare denunce di violazione del copyright.

 

Rintracciato grazie ai dati dell’iCloud

È stata la Apple a fornire tutti i dati necessari per l’individuazione di Vaulin. Le autorità statunitensi ora sono in attesa di sigillare il suo conto in banca e tutti e sette i domini di sua proprietà. Dai rapporti delle forze dell’ordine è emerso che il Dipartimento di Giustizia americano è riuscito a risalire all’identità di Vaulin attraverso una serie di dati forniti da Apple relativi al suo account iCloud. È stato così possibile stimare il fatturato del portale incriminato per una cifra che sfiora i 54 milioni di dollari. Provvedimenti, questi, a cui Kickass Torrent non era certo nuovo, il sito era stato oscurato ripetutamente già nel Regno Unito, in Irlanda e Italia, ma – tramite il continua trasferimento di dominio – era puntualmente tornato in azione.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi