Dicembre 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Isabelle Adjani, accusata di frode fiscale, è stata condannata a 18 mesi di carcere con sospensione della pena | la gente

Isabelle Adjani, accusata di frode fiscale, è stata condannata a 18 mesi di carcere con sospensione della pena |  la gente

Giovedì 19 ottobre Isabelle Adjani è stata processata con l’accusa di aver nascosto una donazione in prestito e un domicilio fittizio in Portogallo.

La Procura nazionale delle finanze (PNF) ha emesso la sua sentenza giovedì a Parigi. Ha chiesto una pena detentiva di 18 mesi con sospensione della pena e una multa di 250.000 euro contro Isabelle Adjani, processata con l’accusa di frode fiscale aggravata e riciclaggio di denaro. L’attrice cinque volte premio Oscar ha scelto di non presenziare al processo, per motivi medici.

La star francese ha detto che suo figlio era innocente e che la zuppa è stata riempita con una donazione nel 2013 e la migliore casa del Portogallo nel 2016 e nel 2017, come se il traghetto fosse arrivato nel 2014 via Les United State.

“Il nome di Isabelle Adjani in fondo non ha molta importanza. “La sua fama non è stata né un motivo in più né un ostacolo al processo”, ha dichiarato il procuratore finanziario quando ha iniziato a incriminarlo, come hanno riferito i nostri colleghi di Le Parisien. “Nel corso degli anni , con l’aiuto di… Gli specialisti hanno cercato di ridurre il più possibile il carico fiscale su di loro.

Secondo l’accusa, nel 2016 e nel 2017, il domicilio principale, l’attività professionale e i centri di attività di Adjani si trovavano in Francia e non in Portogallo. Pertanto ha dovuto pagare 236mila euro di imposte sui redditi in Francia.

“Donazione convincente”

Inoltre, per il PNP, il bonifico effettuato nel 2013 dall’imprenditore senegalese Mamadou Diagna Ndiaye, del valore di due milioni di euro, non era in realtà un prestito, ma una “donazione mascherata”. Per l’accusa il contratto di prestito firmato tra le due parti, che non prevedeva interessi né garanzie, era “falso”. Il che avrebbe permesso all’attrice di evitare 1,2 milioni di euro di tasse sui trasporti.

READ  "Koh Lanta" colpito da un nuovo scandalo: gli avventurieri stavano per partecipare a una cena segreta!

Mamadou Diagna Ndiaye è un influente uomo d’affari senegalese, presidente del Comitato olimpico e sportivo nazionale senegalese (Cnoss) e membro del Comitato olimpico internazionale (CIO). È anche presidente del comitato organizzatore dei Giochi Olimpici della Gioventù (YOG) previsti nel 2026 in Senegal.

Il PNF ha chiesto che l’attrice fosse condannata per riciclaggio di denaro per aver trasferito 119mila euro da una società di Hong Kong su un conto bancario americano “non dichiarato”, per poi trasferirli alla madre di un suo parente in Portogallo per acquistare un immobile.

In un’altra azione legale, Isabelle Adjani è stata accusata di frode nell’ottobre 2020 a seguito di una denuncia di un ex consulente che l’ha accusata di avergli inviato una falsa prova del pagamento di 157.000 euro a lui dovuti. Anche il capo dell’agenzia fotografica Bestimage, “Mimi” Marchand, il cui vero nome è Michel Marchand, è sotto processo con l’accusa di complicità in frode.

Leggi anche

Isabelle Adjani è stata processata in autunno con l’accusa di frode fiscale e riciclaggio di denaro