Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica Salerno

Irpef: ok all’aumento. Contestazioni in Consiglio Comunale

L’assise cittadina di Cava ha approvato un aumento dell’addizionale Irpef. Prevista anche una fascia d’esenzione.

Polemiche in Consiglio Comunale a Cava de’ Tirreni per l’approvazione della variazione relativa all’aumento dell’addizionale Irpef, la tassa sul reddito delle persone fisiche.

L’imposta passa dallo 0,52% allo 0,8% del reddito annuo. L’assessore al bilancio, Antonella Garofalo, ha spiegato che oltre all’aumento è stata prevista anche una esenzione per le fasce di reddito inferiori agli 8000 euro all’anno.

«Una variazione che nessuno di noi ha fatto a cuor leggero – ha detto l’assessore Garofalo -. Abbiamo esigenze di bilancio che ci necessitano un aumento delle entrate. Tra quelle meno gravose a carico dei cittadini c’è proprio l’addizionale IRPEF, proporzionale ai redditi. Per la prima volta però abbiamo previsto una soglia di esenzione»

Contrari alla variazione i membri dell’opposizione. Il consigliere di Siamo Cavesi, Marcello Murolo ha sottolineato come tale aumento incida maggiormente sulle fasce reddituali considerate più deboli a fronte di un’inefficienza riscontrata nella riscossione coatta dei tributi.

«Stiamo dicendo ai contribuenti – ha detto Murolo – che devono anche sanare le mancanze degli evasori. È il momento peggiore per aumentare le imposte».

Nonostante le contestazioni dell’opposizione, il consiglio ha approvato la variazione con 15 voti favorevoli e 6 contrari (Murolo, Giordano, Passa, Petrone, Cirielli, D’Elia).

Leggi anche Cava de’ Tirreni: caos poste e dissesto stradale, le interrogazioni di Giordano in consiglio comunale

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi